ZeroStories e illycaffè portano su Sky il mondo dei bar italiani con Joe Bastianich

Il ceo di ZeroStories, Matteo Scortegagna: «Per il 2016 puntiamo a raddoppiare i risultati di ricavo. Alle nostre skill vogliamo aggiungere una competenza tecnologica che permetta di misurare grazie ai dati il branded content»

di Simone Freddi
31 maggio 2016
Bar-Fight-Sky_Illy_Bastianich
Andrea Illy e Joe Bastianich

Due imprenditori di successo – Teo Musso e Francesco Manzoli – due guru come Andrea Illy e Joe Bastianich, quattro candidati e un obiettivo: dare vita a al proprio bar dei sogni. Sono questi gli ingredienti di Bar Fight, il nuovo format televisivo realizzato da Joe Bastianich e illycaffè con la produzione esecutiva di ZeroStories, pronto a esordire domani (martedì 31 maggio) su Sky Uno HD alle 22:50.

L’esperimento è innovativo sotto diversi profili: con Bar Fight, per la prima volta in Italia un’azienda punta sul branded content in tv per una comunicazione anche B2B. Grazie al lavoro di ZeroStories, l’agenzia focalizzata sul branded entertainment e sulla creazione di contenuti “data driven” guidata da Matteo Scortegagna, e di illycaffè, Bar Fight è stato infatti pensato non solo con le classiche finalità di entertainment ma anche con l’obiettivo di avvicinare il brand da un lato ai suoi consumatori e dall’altro ai suoi clienti, i baristi.

Ogni giorno infatti 20 milioni di persone entrano in uno dei 150 mila bar presenti nel nostro Paese: il bar è da sempre un luogo vivo, fatto di accoglienza e di calore, un nodo della rete sociale, della vita quotidiana e della cultura italiana. Bar Fight nasce quindi con il fine di valorizzare l’immagine del mondo dei bar italiani e diventa anche un’importante vetrina dell’offerta di partnership e di consulenza da parte del gruppo per tutti gli aspiranti baristi di qualità.

Da semplice bar a business di successo

Il programma coinvolge due imprenditori di successo, Teo Musso e Francesco Manzoli, alla ricerca di nuove opportunità di business. Al loro fianco due guru d’eccezione, che li aiuteranno a valutare le proposte sulle quali investire: Andrea Illy, Presidente di illycaffè che ha guidato negli anni il percorso di espansione dell’azienda e del brand, e Joe Bastianich, imprenditore statunitense con il fiuto per valutare le giuste tendenze e trasformare un semplice locale in un business di successo.

Manzoli-Musso
Da sinistra, Francesco Manzoli e Teo Musso

In ogni episodio di Bar Fight, quattro candidati sottoporranno al giudizio dei due investitori la loro idea di “concept bar”, ovvero luoghi creati con un nuovo modo di concepire la convivialità e il tempo libero.

Solo due di loro potranno allestire una versione temporanea del bar dei propri sogni: avranno a disposizione due giorni per creare il proprio temporary bar, un bancone bar completamente allestito con le migliori forniture, l’aiuto di un team di allestitori e la consulenza di un Master Barista dell’Università del Caffè di Trieste di illycaffè spa, Michele Pauletic.

Alla fine di ogni puntata, dopo essersi confrontati con Andrea Illy e Joe Bastianich, gli investitori decidono se e su chi investire concretamente per aiutare i baristi in gara a realizzare il proprio bar dei sogni.

Bar Fight è un programma ideato da Joe Bastianich, Oscar Colombo e Paola Costa, scritto da Oscar Colombo, Raffaele Di Sipio, Candido Francica e Barbara Strambi. La regia è a cura di Gianluca Calu Montesano con la supervisione di Lele Biscussi.

ZeroStories punta a raddoppiare i ricavi nel 2016 e a misurare il branded content

Il ceo Matteo Scortegagna ha spiegato a Engage cosa significa per ZeroStories contenuti data-driven: «Ci differenziamo dai nostri competitor in quanto aggreghiamo un mix di competenze da mondi diversi, dagli skill produttivi e creativi propri della casa di produzione a conoscenze strategiche nella realizzazione dei progetti. L’azienda, che vuole lavorare sia per la tv sia per il digitale, si pone come portatore di soluzioni innovative e integrate per la comunicazione di marca, con l’obiettivo di realizzare prodotti che rendano contenti gli editori. A queste skill vogliamo aggiungere un know how tecnologico che permetta di fornire una misurazione del branded content con elementi concreti e di avere Kpi offerti dai dati».

Caratteristiche dell’azienda che fanno ben sperare per il futuro: «Abbiamo chiuso il 2015 sfiorando il milione e mezzo di ricavi e per il 2016 abbiamo obiettivi importanti: vogliamo arrivare al doppio dei risultati di ricavo. In questo momento stiamo aspettando i risultati di Start!, la trasmissione realizzata con Tim, e di vedere cosa succederà con il progetto di illycaffè per fare riflessioni sul nostro futuro. Abbiamo in cantiere due iniziative importanti, una per la tv e una per il digital, con due grandi aziende».

Matteo-Scortegagna
Matteo Scortegagna, (foto di Giovanni De Sandre)

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.