Al via su Milano Primo Taglio, l’e-commerce food di Gruppo Amodio. Campagna display in RTB e pianificazioni social a supporto

Previsto anche SEM, oltre che tour degustativi sul territorio. L’investimento per il progetto è stato di 1,5 milioni di euro totali, in cui è compreso il budget comunicazione pari a diverse centinaia di migliaia di euro

di Teresa Nappi
03 dicembre 2014
PrimoTaglio-ecommerce

Parlando di e-commerce nel nostro Paese saltano immediatamente alla mente le Dot-com. Invece oggi si presenta al mercato una startup che potrebbe rappresentare un primo vero esempio di e-shop Food: si chiama Primo Taglio presentato in conferenza stampa come un contenitore in grado di integrare i valori del tradizionale modello della “bottega di fiducia”, con il linguaggio moderno del web, proponendosi come un modo tutto nuovo di fare una spesa di qualità, comodamente da casa propria. Attivo da oggi su Milano e provincia, sarà nei prossimi mesi operativo anche su Torino (probabilmente a marzo 2015) e a Roma.

Alle spalle del progetto Primo Taglio c’è E-food, società di un gruppo presente nel settore agroalimentare dal 1880. Si tratta di Gruppo Amodio, una company che fonda le sue radici in una tradizione che si tramanda da generazioni e che vanta più di 1.000 dipendenti e  una presenza consolidata nel canale HO.RE.CA. del mercato estero.

Francesco Amodio

«E’ stata la nostra costante capacità di “interpretare il cambiamento” e di cavalcarlo con la forza della qualità e di un servizio distintivo, la ricetta del nostro successo». Con queste parole Francesco Amodio, amministratore delegato del Gruppo, ha spiegato l’origine di un progetto in cui l’azienda crede molto: «Abbiamo individuato nella digitalizzazione, con il progetto Primo Taglio, la principale direttrice di crescita, su cui ad oggi abbiamo investito 1,5 milioni di euro e impiegato da subito 15 persone. In prospettiva vorremmo proporre Primo Taglio come hub degli artigiani italiani delle eccellenze alimentari portandole direttamente sulle tavole dei consumatori, nel prossimo futuro anche internazionali», conclude l’a.d.

Ma non si parla solo di questo come obiettivo: in termini di fatturato, per Primo Taglio si punta a raggiungere 15 milioni di euro di ricavi in 2/3 anni, arrivando in questo tempo ad occupare circa 80 persone. Sono questi i numeri che descrivono gli orizzonti di un progetto innovativo: «Primo Taglio è la spesa online di qualità e punta ad un posizionamento disruptive e di riferimento nel mercato del food eCommerce. In un mercato particolare come quello del food risulta necessario creare la combinazione vincente tra online e offline: con Primo Taglio abbiamo digitalizzato il concetto di bottega – basato sui valori di fiducia, artigianalità ed eccellenza – affiancandolo ad una consegna personalizzata attraverso i nostri Messaggeri del Gusto completamente dedicati ai clienti», ha specificato Antonio Romano, chief operating officer del Gruppo Amodio e project leader di Primo Taglio. Competitivi anche i prezzi e la spesa per la spedizione: «Superata la soglia dei 29,90 euro, la spedizione della box Primo Taglio con i prodotti scelti è gratuita», dichiara ancora il manager.

Roberto Liscia e Marco Realfonzo

Partner strategico e tecnologico del progetto Primo Taglio è Triboo Digitale, e-commerce company integrata che realizza e gestisce il commercio elettronico e la strategia digital di prestigiosi brand. A Marco Realfonzo, chief digital officer della struttura chiediamo un commento sul progetto realizzato: «Primo Taglio si candida ad essere la startup di riferimento nell’e-commerce food in Italia grazie ad un approccio multicanale integrato, un solido gruppo industriale alle spalle, una strategia di comunicazione aggressiva, una logistica integrata fino all’ultimo miglio che consente di consegnare prodotti freschissimi a casa del consumatore, e una piattaforma tecnologica avanzata, con particolare attenzione al mobile. L’approccio strategico adottato è unico nel suo genere per il nostro Paese, in un segmento dell’e-commerce in forte crescita come quello Food che si stima arriverà a valere nel 2014 130 milioni di euro, in crescita del 60% rispetto al 2013. Confidiamo che la creatività progettuale si rispecchi in una buona accoglienza da parte dei consumatori più attenti alle novità», aggiunge Realfonzo. A lui e ad Antonio Romano abbiamo poi chiesto dettagli sulla strategia di comunicazione che accompagnerà il lancio: «Si comporrà di due anime – precisa Romano -, una più orientata al territorio, l’altra media. Inizieremo innanzitutto dei tour di degustazione nei punti nevralgici di Milano per far provare realmente la qualità dei prodotti. A queste azioni affiancheremo una pianificazione display in Real Time Bidding geotargetizzata e sui social, oltre alle immancabili attività di SEM per posizionarci al meglio sui motori di ricerca».

I canali social saranno inoltre utilizzati per attività di engagement e per la gestione del customer service, precisa ancora il manager dal quale scopriamo che l’investimento in comunicazione per il progetto è di diverse centinaia di migliaia di euro, di cui il 30% è stato dedicato all’organizzazione dei tour e il 70% alle operazioni di promozione digital: «Ma non si esclude un ulteriore impegno in questo senso», precisa in conclusione Realfonzo.

Presente in conferenza stampa anche Roberto Liscia, presidente del Consorzio Netcomm, che ha di fatto ribadito la validità e le grandi potenzialità del progetto che rappresenta un primo esempio di come l’e-commerce possa essere vicino anche al concetto di impresa tradizionale.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.