• Programmatic
  • Engage conference

10/05/2019
di Lorenzo Mosciatti

Samsung, uno spot online per la festa della mamma

Il marchio coreano di smartphone ha deciso di ricordare di dire alla propria mamma quanto le si vuole bene. Firma l'agenzia di content marketing, Luz

samsung.jpg

Il regalo più grande che un figlio possa fare a sua mamma è dirle quanto le vuole bene: ecco perché Samsung ha deciso, con uno spot online da oggi sui propri canali social, di ricordare a tutti di farlo. Il video emozionale è stato realizzato dall'agenzia di content marketing LUZ, che ha pubblicato il filmato anche sul suo social magazine Sapiens, umani come si deve. https://www.youtube.com/watch?v=D0n3k4T9_C8&t=22s Una call to action che parte da una analisi del tempo che dedichiamo ai nostri cari e, appunto, alla nostra mamma: solo il 3% della giornata (fonte Irresistible: The Rise of Addictive Technology and the Business of Keeping Us Hooked di Adam Alter). Con una vita così frenetica è facile restare imbrigliati nella sfilza di cose da fare, prestando attenzione solo alle mansioni urgenti della giornata. Ma è fondamentale ritagliarci del tempo da dedicare alle persone che si amano, non solo alla lista della spesa o alle cose non fatte in ufficio, come la nostra insostituibile mamma. Il video di Samsung parte da un esperimento: ad alcune persone viene chiesto di misurare, su un metro, il tempo libero che resta a disposizione, tolto quello che dedichiamo alle attività quotidiane e ai nostri device. Il risultato? Con grande sorpresa, stupore e molto disappunto, restano pochi centimetri, che tradotti nel tempo giornaliero, sono solo un 3%. “E’ molto triste” commenta un giovane ragazzo, “è inquietante”, ammette una ragazza. Ma quanto tempo dedichiamo dunque alla nostra mamma, ma soprattutto da quanto tempo non le diciamo ti voglio bene? Non resta dunque che chiamarla, adesso! Tra telefonate colme di lacrime, sfottò e un “oddio perché mi chiami, cosa ti è successo!”, il video racconta di quel rapporto che, nonostante tutto, non cambierà mai. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI