E.ON lancia il progetto Energy4Blue anche in adv. Triboo incaricata per i social

Il progetto sostenuto da pubblicità online e su stampa, mentre in tv sarà protagonista di uno speciale su National Geographic Channel. Confermata una spesa marketing per il 2019 di 10 milioni di euro, l’80% del budget ATL va al digital

di Teresa Nappi
23 maggio 2019
E_ON-Energy4Blue

E.ON lancia Energy4Blue, nuovo progetto per la tutela del mare che riflette il posizionamento #odiamoglisprechi adottato dall’azienda già da diversi anni (leggi ulteriori dettagli qui).

L’iniziativa, concepita come progetto a vasto raggio e di lunga durata, vuole dare una prima risposta concreta all’emergenza dei nostri mari, partendo dalle spiagge e dai fondali marini per difenderli dall’inquinamento causato dalla plastica e coinvolgendo i clienti e i dipendenti dell’azienda.

Il progetto vede l’azienda e i suoi dipendenti agire in prima linea con la propria motivazione e contribuito individuale: sabato 25 maggio sull’Isola di Palmaria (SP) circa 100 tra dipendenti e loro familiari inaugureranno Energy4Blue partecipando all’attività di pulizia del litorale insieme ai volontari di Legambiente.

E.ON si impegna inoltre a eliminare gradualmente l’uso della plastica per il consumo di bevande nella Sede e nei Punti E.ON in tutta Italia e per i gadget aziendali, evitando così un consumo annuo di circa 200.000 oggetti di plastica.

A questo si affianca il progetto “Tutela delle tartarughe marine nel Mediterraneo”, minacciate dall’inquinamento da plastica nel mare.

L’offerta per i clienti: al via E.ON LuceBlue

Ma non sono solo i dipendenti a essere coinvolti: in linea con l’approccio che caratterizza l’impegno dell’azienda per la sostenibilità in diversi progetti, come per esempio i Boschi E.ON, Energy4Blue prevede un ruolo centrale dei clienti.

L’azienda ha lanciato oggi la nuova offerta di fornitura energetica da fonti rinnovabili E.ON LuceBlue, grazie alla quale ogni cliente contribuirà a sostenere il progetto e in particolare a ripulire 10 metri lineari in una delle 250 spiagge italiane oggetto dell’intervento. I clienti potranno inoltre contribuire all’attività di pulizia anche tramite i punti accumulati nel programma di loyalty di E.ON.

«E.ON guarda al futuro e ha quindi a cuore la tutela dell’ambiente e del pianeta. Per questo abbiamo voluto orientare ogni aspetto della nostra attività verso la sostenibilità, attivando insieme a noi i nostri clienti e dipendenti: qui in Italia portiamo avanti questo impegno attraverso la campagna #odiamoglisprechi», ha spiegato Péter Ilyés, Ceo di E.ON Italia.

«Siamo stati il primo operatore energetico integrato che ha deciso di uscire dalla generazione convenzionale e oggi siamo la prima azienda energetica a mettere in campo un progetto di lunga durata finalizzato alla salvaguardia dell’ecosistema marino insieme a un partner di altissimo livello come Legambiente».

E_ON-Villa-Ilyes-Zampetti
Da sinistra: Davide Villa, Péter Ilyés e Giorgio Zampetti (Direttore Generale di Legambiente)

L’estate di E.ON sarà anche arricchita da una sponsorship d’eccezione: l’azienda infatti figurerà come main sponsor del Jova Beach Party 2019, il tour nelle spiagge di Lorenzo Jovanotti.

La campagna adv di E.ON per Energy4Blue

Il progetto Energy4Blue è sostenuto da un piano di comunicazione che vedrà in primo luogo il web protagonista, ma anche la stampa. Non solo: in tv, E.ON ha deciso di investire su un progetto realizzato in collaborazione con National Geographic Channel.

«Il nostro obiettivo è generare consapevolezza e coinvolgimento da parte delle persone verso temi e problematiche che toccano la vita di tutti i giorni e possono essere affrontati con semplici accorgimenti nei comportamenti quotidiani. Come per il progetto Boschi E.ON abbiamo coinvolto i nostri clienti raggiungendo il grande traguardo di 83.000 alberi piantati, allo stesso modo intendiamo impegnarci con Energy4Blue nei prossimi anni per ottenere un altro importante successo che contribuisca realmente alla tutela del mare e della biodiversità», ha spiegato Davide Villa, Chief Marketing Officer di E.ON Italia, a margine della presentazione del progetto.

La campagna è partita oggi su stampa e online con planning di Starcom. La creatività è a cura di ADVActiva, anche se per iniziative correlate l’azienda non disdegna «la collaborazione di altre agenzie qualora ce ne fosse bisogno», precisa il Chief Marketing Officer. «Per i social le attività saranno gestite da Triboo, nostro hub di riferimento incaricato di recente in seguito a una gara».

Infine sul fronte budget, E.ON conferma una spesa per il marketing nel 2019 di 10 milioni di euro, «stabile rispetto alla spesa sostenuta lo scorso anno», dichiara ancora Villa. Della parte destinata all’advertising, di cui non è stata resa nota la somma, la percentuale destinata al digital è di circa l’80% del totale.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.