• Programmatic
  • Engage conference

27/06/2019
di Caterina Varpi

Just Eat lancia #JustAmore per il Milano Pride 2019. Firma Akqa, scelta dopo gara

Al centro dell'iniziativa realizzata per l'evento da agenzia e azienda c'è un video lanciato su Facebook, Instagram e YouTube che vuole trasmettere l’importanza dell’uguaglianza e della libertà di scelta, a supporto dell’inclusione sociale

Just-Amore.jpg

In occasione del Milano Pride 2019, Just Eat, sponsor della manifestazione, è andata online con una campagna digital dedicata. La comunicazione è firmata da Akqa, scelta tramite una gara a fine del 2018. Al centro dell'iniziativa c'è un video lanciato il 26 giugno su Facebook, Instagram e YouTube che vuole trasmettere in modo coinvolgente e immediato l’importanza dell’uguaglianza e della libertà di scelta, a supporto dell’inclusione sociale. Il progetto #JustAmore, partito ufficialmente il 18 giugno, si arricchisce con un vero e proprio corto che racconta la difficile storia d’amore tra una fetta di pizza e un ananas attraverso uno storyboard emozionante e creativo. La pizza con l'ananas ha attirato attenzione negli ultimi anni per le forti reazioni che suscita nelle persone. Ma è nella patria della pizza che questo piatto è stato recepito da molti come un’offesa alla tradizione. Da qui è nata l'idea di trasformare questo piatto in una metafora di come il giudizio delle persone possa mettersi tra noi e ciò che amiamo. L’attività si inserisce nel contesto di una strategia di comunicazione sviluppata da Akqa con Just Eat, con l’obiettivo di eliminare i comuni pregiudizi legati al cibo e in favore della più assoluta libertà di scelta. Il video percorre lo sviluppo della relazione tra i due personaggi attraverso tutte le sue fasi - dal primo incontro all’innamoramento, dalla volontà di rivedersi, all’unione vista come sbagliata dagli atri fino al superamento delle difficoltà con il trionfo del loro amore. Il corto racconta che “Non esistono unioni sbagliate” grazie all'incontro tra Pizza e Ananas alla fermata di un tram e alla nascita di una vera e propria passione. Un'unione che dovrà superare alcune difficoltà, tra cui i commenti e i pregiudizi di coloro che li additeranno e li giudicheranno, prima di trionfare. https://youtu.be/PR78cYUqbJU L'iniziativa di Just Eat per il Milano Pride prevede, oltre al corto animato, la tematizzazione della stazione della metropolitana di Porta Venezia e una campagna social, il tutto a supporto dell’attivazione on field che avrà luogo dal 27 al 29 giugno nel Pride District di Porta Venezia. Per l’occasione, verranno distribuite gratuitamente pizze con l’ananas e t-shirt tematizzate con le mascotte dell’iniziativa: una volta indossate, i partecipanti saranno invitati a condividere sui social una foto di coppia che celebra l’unione tra pizza e ananas aiutando a diffondere l’idea che in amore non esistono ricette. “Abbiamo voluto mettere in luce come i pregiudizi possano nascondersi nelle piccole cose, a prima vista innocue – spiega Miloš Obradović, Executive Creative Director di Akqa. – Quindi anche quando pensiamo di non averne, non dobbiamo abbassare la guardia. La pizza all’ananas ci è sembrato un caso emblematico: siamo liberi di scegliere se mangiarla oppure no, quindi perché discriminare chi la ama?” “Come gruppo, presente in 13 paesi, abbiamo deciso di confermare e sposare anche dall’Italia un impegno globale da parte di Just Eat verso la comunità Lgbt, per combattere ogni forma di discriminazione a favore dell’uguaglianza. Concetto che insieme a Akqa ha visto nascere questa campagna fortemente rivolta al tema della libertà di scelta di ognuno. Crediamo molto in questo messaggio all’interno del nostro team e ovunque, e per questo sfileremo anche con i dipendenti e i loro amici, famiglie, compagni e compagne alla consueta parata del 29 Giugno”, spiega Monica Paoluzzi, Marketing Director di Just Eat in Italia. Just Eat è stata una delle numerose aziende ad aderire al Milano Pride 2019 in qualità di sponsor, sposando i valori del movimento, inclusione, rispetto, tutela e valorizzazione della diversità, ed aderendo attivamente al progetto (ne abbiamo parlato qui).

Credits

  • Agenzia: Akqa
  • Executive Creative Director: Miloš Obradović
  • Associate Creative Director / Copywriter: Matteo Lazzarini
  • Art director: Valentino Borghesi
  • Group Account Director: Simone Colucci
  • Program Manager: Stefano Girardi
  • Producer: Alice Crovato
  • Social Creative Team: Alessandra De Ascentis; Simone Cremonti; Luca D’Onofrio
  • Design&Calligraphy: Valentino Borghesi
  • Illustrator: Federico Tramonte
  • Strategist: Sara Mantenuto, Ambra Sivori
  • Content Specialist: Marcello Signore
  • Content Marketing Manager: Giuseppe Mondì
  • Head of Media: Teresa Coppola
  • Senior Digital Media Specialist: Stella Cordopatri
  • Performance Media Specialist: Gianmaria Scatà
  • Production House: Human Ark
  • Director: Aliaksandr "Sasza" Kanavalau
  • Art Directors: Jan Bartnik; Tomasz Leśniak
  • Concept Artists: Tomasz Leśniak; Janusz Wyrzykowski
  • 2D Supervisor: Marek Lachowicz
  • Animation Lead Artist: Tomasz Wyrąbkiewicz
  • Background Lead Artist: Janusz Wyrzykowski
  • Compositing Lead Artist: Tomasz Halski
  • Production Manager: Katarzyna Sierka
  • Producer: Jan Bartnik
  • Music composer: Mikołaj Stroiński
  • Sound: GŁOŚNO

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI