Intesa Sanpaolo racconta le imprese: Flexform e Fila – Giotto nei nuovi spot

Negli inediti episodi della serie “Un mondo possibile”, protagonisti con il testimonial Claudio Bisio gli a.d. Matteo Galimberti (Flexform) e Massimo Candela (Fila – Giotto). Prevista veicolazione tv e web

di Teresa Nappi
10 marzo 2014
Intesa Sanpaolo - Flexform
Un frame dello spot con Matteo Galimberti

Flexform e Fila-Giotto sono i nuovi protagonisti del format “Un mondo possibile” di Gruppo Intesa Sanpaolo inaugurato negli ultimi mesi del 2013. Il fulcro della comunicazione, animata dall’ironia di Claudio Bisio, diventano ora le imprese, soprattutto imprese che hanno fatto di Intesa Sanpaolo la propria Banca. A loro dunque il Gruppo sceglie di dare la parola, facendole diventare a tutti gli effetti “co-testimonial” (insieme a Bisio) dei nuovi spot tv, che hanno preso il via ieri, 9 marzo sulle principali emittenti nazionali e satellitari e anche sul web.

Gli spot sono fruibili, oltre che sul canale Youtube di Intesa Sanpaolo, anche online sul minisito dedicato al format, dove è possibile anche trovare degli approfondimenti dedicati alle aziende coinvolte a cura del giornalista Matteo Bordone.

Da Intesa Sanpaolo sappiamo che si tratta di due soggetti di un nuovo flight dedicato alle imprese. Ciascun soggetto poi è proposto in due diversi tagli da 45″ e 20″.

Gli spot focalizzano l’attenzione sul dialogo tra banca e impresa sottolineando, con il claim “Un mondo possibile”, come le imprese – in un mondo imperfetto – possono trovare in Intesa Sanpaolo un punto di riferimento importante.

Matteo Galimberti, amministratore delegato di Flexform, è il volto scelto per rappresentare il marchio rinomato nel mondo dell’arredamento. E’ lui che si interfaccia in una gag ricca di ottimismo e buon umore con Claudio Bisio, testimonial per Intesa Sanpaolo. Il noto comico, nei panni di un cronista alla ricerca di storie impossibili da raccontare, viene smentito regolarmente da Matteo Galimberti che, anche grazie al supporto della banca, racconta invece la storia di successo di Flexform.

Sullo stesso stile e toni si sviluppa anche lo spot che vede come interlocutore “dissidente” di Bisio l’a.d. di Fila – Giotto, Massimo Candela, che spiazza l’investigatore delle “storie impossibili” dichiarandogli un aumento di produzione di matite e pennarelli per quest’anno pari alla ragguardevole cifra di 2 miliardi, inaspettata al tempo di smartphone e tablet. Lo spot si conclude con un richiamo alle operazioni di finanziamento operate dal Gruppo bancario nel 2013 (24 miliardi a medio e lungo termine).

La regia dei due spot è di Marcello Cesena. L’agenzia creativa resta Stv DDB, che ha finora firmato i commercial dell’intero format “Un mondo possibile” inaugurato a fine ottobre 2013 con pianificazione a cura di MEC.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.