• Programmatic
  • Engage conference

di Andrea Salvadori

Emmentaler Dop punta su Tribe e Address Media. Al digital il 30% del budget adv

Al via la nuova campagna pubblicitaria #liveoriginaler con spot in tv e una serie di video su web e social. Il budget per ottobre e novembre è di 1,6 milioni di euro

frame-spot-emmentaler.jpg

Nuovo corso di comunicazione e nuovi partner pubblicitari per Emmentaler Dop, il brand del Consorzio Formaggi dalla Svizzera. https://www.youtube.com/watch?v=2dmqU5URkLc&feature=youtu.be Terminato lo scorso marzo il contratto con Michelle Hunziker, protagonista degli spot andati in onda gli scorsi anni con la creatività di Leo Burnet e la pianificazione della società svizzera Media Mix, il Consorzio Formaggi dalla Svizzera ha scelto di affidarsi dopo una gara a Tribe Communication per le nuove campagne pubblicitarie europee e i social. Per il media invece la scelta è caduta su Address Media, in questo caso senza il ricorso ad un pitch. «Emmentaler Dop rinnova la sua strategia di comunicazione guardando ad un pubblico più giovane, gourmet, attento alla qualità e iperconnesso», spiega Giovanna Frova, amministratore delegato di Switzerland Cheese Marketing Italia. «Il concept creativo è stato dunque pensato soprattutto in un’ottica digitale, proprio per intercettare questo target, così come gli investimenti utilizzati sulle piattaforme web e social aumentano notevolmente. Il consorzio ha messo a budget per la campagna, pianificata per un primo flight tra ottobre e novembre, 1,6 milioni di euro, di cui il 30% riservato al digitale». La campagna pubblicitaria #liveoriginaler, prosegue la manager, «nasce dalla volontà di raccontare i momenti più autentici e allo stesso tempo speciali in cui il cibo è protagonista, dal momento che le scelte alimentari rispondono sempre più a bisogni esperienziali, da condividere in tempo reale. Al centro della creatività figurano naturalmente le caratteristiche storiche di Emmentaler Dopo, ovvero la naturalità delle materie prime, il sistema di produzione tradizionale e la provenienza dalla Valle dell'Emme in Svizzera». Giovanna-Frova-Emmentaler Lo spot da 30 secondi, girato in diverse location, dalle colline della Svizzera ai grattacieli di New York, dagli scorci più caratteristici della Liguria agli angoli più interessanti della nuova Milano, sarà pianificato sulle principali emittenti televisive nazionali in programmi affini al target. Sul digitale, dove è tra l’altro online il minisito di campagna www.liveoriginaler.com, raggiungibile anche da www.emmentaler.it, Emmentaler Dop sarà al centro di un articolato piano di comunicazione incentrato su una serie di video creati ad hoc che avranno per protagonisti persone comuni scelte per raccontare i plus del prodotto. «La pianificazione prevede il ricorso a formati e posizionamenti diversi, sia instream sia outstream, anche sui canali social, da Facebook e Instagram a YouTube, così come un approccio data-driven sul fronte della display». Ma non è tutto, perché la campagna verte anche «su una produzione realizzata con Tribe Communication in ottica digital first. L'utilizzo di formati nativi permetterà quindi di valorizzare il lavoro di contenuto sviluppato dall'agenzia». La pianificazione media, curata da Address Media, prevede, oltre a televisione, digitale e social, il coinvolgimento della carta stampata e l’organizzazione di 2000 giornate di attività promozionali nei punti vendita. Le attività di comunicazione partono dall'Italia, il primo paese per l'export dell'Emmentaler Dop con 65000 tonnellate vendute ogni anno, per andare poi on air in Francia. Nel 2019 sarà la volta quindi di Spagna, Germania, Svizzera, Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI