• Programmatic
  • Engage conference

18/03/2019
di Cosimo Vestito

Giornata Mondiale della sindrome di Down, CoorDown presenta la nuova campagna

La comunicazione dell'iniziativa “Leave no one behind” è stata realizzata in collaborazione con le agenzie FCB Mexico e Small New York

Youtube_Video_Thumbnail_Preview.jpg

In occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, giovedì 21 marzo 2019, che ha per tema “Leave no one behind”, CoorDown Onlus (Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down) lancia la campagna di sensibilizzazione internazionale “Reasons To Celebrate”, per denunciare quanto ancora siano lontani gli obiettivi di pieno rispetto dei diritti e uguale accesso alle opportunità per tutte le persone con sindrome di Down. La campagna è nata dalla collaborazione delle agenzie FCB Mexico e Small New York, diretta dal regista ungherese Rudolf Péter Kiss e prodotta da Switzerland’s GOSH* a Budapest, con la partecipazione di attori provenienti da quattro paesi diversi, Gran Bretagna, Albania, Svizzera e Italia. Anche quest’anno, l'iniziativa di comunicazione è stata realizzata insieme a DSi – Down Syndrome International e con il contributo di Down Syndrome Australia, Down’s Syndrome Association (UK), Down Syndrome Albania Foundation e le associazioni svizzere Art21 Association Romande Trisomie 21 e Progetto Avventuno. https://youtu.be/kFioqxJgMXI La campagna video inizia con un’atmosfera suggestiva e gioiosa e racconta le altre tre giornate istituite dalle Nazioni Unite che si festeggiano il 21 marzo: la giornata mondiale della Poesia, la giornata internazionale del Nowruz, che celebra l’inizio della primavera, e la giornata internazionale delle Foreste. Gli hashtag ufficiali sono #ReasonsToCelebrate, #LeaveNoOneBehind, #WorldDownSyndromeDay e #WDSD19. «Io credo, in generale, nella diversità. Nel corso della mia carriera ho potuto constatare come la diversità aiuti a trovare idee migliori, a creare ambienti di lavoro migliori, e quindi una società migliore. E mi piace pensare alle persone con sindrome di Down non come a persone che hanno una certa condizione, ma come parte di una diversità che accoglie in sè tutte le possibilità presenti nel significato stesso di umanità. Da questo punto di vista, la campagna creata insieme alle meravigliose persone di CoorDown e SMALL rappresenta tutte queste possibilità e tutte le cose che ancora impediscono alle persone con sindrome di Down di esprimere appieno le proprie potenzialità: le limitazioni che la società ancora impone loro più che i loro stessi limiti», Javier Campopiano, Chief Creative Officer, ha dichiarato FCB México. «Ormai è dal 2012 che collaboriamo con CoorDown per la campagna in occasione della Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down, e ogni anno cerchiamo di trovare insieme un punto di vista nuovo e inaspettato. Quest’anno abbiamo deciso di incuriosire presentando le altre giornate internazionali celebrate il 21 Marzo, per poi sorprendere svelando i motivi per cui le persone con sindrome di Down non possono festeggiare la loro giornata come vorrebbero. Speriamo che questo lavoro possa contribuire a scalfire i molti pregiudizi che non permettono ancora alle persone con sindrome di Down di avere le stesse opportunità di tutti gli altri per poter vivere una vita piena e soddisfacente», ha aggiunto Luca Lorenzini e Luca Pannese, Executive Creative Directors, Small New York.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI