Babbel lancia un nuovo corso per le PMI del turismo. La campagna è online

La comunicazione si sviluppa in iniziative di social adv e content marketing, in display e attività DEM. Biagio di Leo, Country Manager Sud Europa: «Il budget per la comunicazione in Italia cresce a due cifre»

di Teresa Nappi
10 maggio 2018
We-Speak-Babbel-La-Fiorida

Babbel raddoppia in comunicazione.

Dopo aver lanciato ad aprile la campagna “un alieno all’estero” (leggi qui l’articolo dedicato), ora l’app per imparare le lingue investe in un’iniziativa pubblicitaria finalizzata al lancio di una nuova offerta dedicata al personale delle strutture turistiche medio piccole.

Accompagnata dal claim “We speak Babbel. Parla la lingua dei tuoi ospiti”, la campagna, diretta ai paesi del Sud Europa, ha l’obiettivo di posizionare Babbel sul mercato italiano e su quello del Sud Europa come uno strumento e un alleato efficace non solo per l’apprendimento delle lingue in generale, ma anche per promuovere l’importanza di parlare la lingua dei propri ospiti nel settore turistico.

«L’operazione di comunicazione si svilupperà a partire da oggi – in Italia e Spagna – online e durerà fino a settembre con video pianificati sui canali paid social (Facebook e YouTube), con una campagna display sui principali portali turistici in collaborazione con Valica (in parte gestita anche in programmatic), una campagna DEM a target e attività di content marketing per la quale ci avvaliamo delle piattaforme Taboola e Outbrain», spiega a Engage Biagio di Leo, Country Manager di Babbel per il Sud Europa (nella foto sotto).

Biagio-Di-Leo-Babbel

We speak Babbel: due video al centro della campagna

Al centro dell’iniziativa, due video: uno dai toni istituzionali, l’altro di testimonianza.

Il video istituzionale, ma non troppo, presenta con ilarità alcune situazioni che possono verificarsi durante un viaggio in cui la mancanza di conoscenza delle lingue può portare ad alcuni fraintendimenti. «Protagonisti di questa parte del progetto sono alcune delle persone che lavorano nella content factory interna di Babbel. Questo video – della durata di 1 minuto e mezzo – sarà poi fonte per video da 30 secondi o meno che saranno pianificati sui social», spiega ancora di Leo.

La realizzazione di questo video, così come la sua ideazione e la sua pianificazione, è stata curata dal team creativo interno a Babbel: «Una vera e propria agency interna denominata Beat».

Il secondo video, invece, vede come protagonista, La Florida, agriturismo e realtà unica in Valtellina, scelta come ambassador del progetto in Italia. Dalla storia della struttura ricettiva rispetto alle sue relazioni con gli ospiti stranieri, si mostra come imparare nuove lingue sia fondamentale per aprirsi a una clientela internazionale e far crescere la propria attività.

Questo video della durata di 2 minuti e 30 secondi – realizzato in collaborazione con Bpress – è embeddato nella landing page dedicata al nuovo corso e veicolato al target di riferimento tramite DEM dedicate.

«Parlare la lingua dei propri ospiti», aggiunge ancora di Leo, «aiuta ad avere una conversazione più immediata e personale e soprattutto a farli sentire a casa. Questo non facilita solo il lavoro quotidiano, ma crea sul lungo termine nuove opportunità di business grazie agli effetti di questa interazione».

Gli interessati possono accedere all’offerta e ricevere anche un adesivo “fisico” o in formato digitale da allegare alle mail, o al proprio sito internet e a tutta la comunicazione online, che certifica la padronanza di una specifica lingua da parte della struttura. Una sorta di “Tripadvisor delle lingue”.

L’investimento in comunicazione di Babbel in crescita

In generale, rivela il manager in conclusione, il budget di comunicazione di Babbel è in crescita rispetto a quello stanziato lo scorso anno, «anche perché Babbel è un’azienda che cresce a doppia cifra anno su anno a livello globale e questo tipo di crescita deve essere sostenuta dalla comunicazione, ne siamo convinti. Per questo posso dire che la spesa in Italia, anche a fronte di questo progetto, è in crescita a due cifre», conclude di Leo.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.