• Programmatic
  • Engage conference

05/08/2019
di Simone Freddi

AQuest con Bending Spoons per i video di Yoga Wave

L’azienda di sviluppo applicazioni, tra le prime 10 al mondo per download, ha affidato all'agenzia veronese la produzione dei contenuti video e foto per l'app

Un frame dei video

Un frame dei video

Porta la firma dell'agenzia Aquest la content strategy digitale di Yoga Wave, l’applicazione che permette agli utenti di allenarsi a casa con esercizi progettati da esperti di yoga lanciata dall'azienda leader nel campo delle app, Bending Spoons. L'incarico, assegnato ad Aquest maggio 2018, è molto particolare perché consiste nella creazione di ben 14 ore di file video, suddivisi tra più di 200 pose e 150 esercizi che vengono uniti in vere e proprie sessioni di allenamenti. L’app si basa su un algoritmo che assembla le varie sequenze per soddisfare esigenze diverse di allenamento: dalla gestione del mal di schiena alla ricerca di una postura migliore, dalla perdita di peso al relax e sollievo dallo stress, dal core yoga agli esercizi post-natali. La caratura digital dell’agenzia veronese e la competenza tecnica di AQproduction, la unit interna di produzione video, foto, 3D e musica di AQuest, hanno permesso a Bending Spoons di ottenere una soluzione creativa, tecnica ed affidabile attraverso un unico interlocutore in grado di portare a termine tutto il lavoro nei tempi e nelle modalità richieste. Bending Spoons ha cercato un collaboratore che potesse garantire un alto standard qualitativo ed una grande comprensione dell’organizzazione tecnica legata all’app. Cosa non semplice nel grande mondo delle case di produzione, spesso legate unicamente a standard di comunicazione tradizionali. AQproduction, ha saputo offrire un moderno approccio alla produzione, destinando una grande attenzione all’organizzazione, alla gestione dei dettagli e dello stile. Due sono le risorse fondamentali della produzione: la location ed il “volto” dell’applicazione, ossia l’istruttrice di yoga. Per quanto riguarda la location dello shooting, è stato progettato e costruito un set che replicasse il salotto di una casa dallo stile occidentale/statunitense (principale mercato di riferimento). Grandi finestre dietro le quali sono posizionati i fari lasciano entrare la luce con un taglio molto basso, con un effetto risultante simile ad un’alba. Per quanto riguarda il casting dell’istruttrice di yoga, le complicazioni aumentano perché oltre all’altissima competenza richiesta e la ricerca del match perfetto con il nuovo stile, il nuovo volto di Yoga Wave deve essere in grado di performare circa 6 ore al giorno di esercizi per 2 settimane, l’esatta durata della produzione in studio. La ricerca si conclude felicemente su Meritxell Martorell, giornalista e istruttrice di yoga che, affiancata dalla sua preparatrice Kimber Wigley, ha saputo eseguire con estrema precisione questa intensissima serie di esercizi. In seguito alla produzione dei video, il progetto si è concluso con un foto shooting ambientato tra le bellissime location del Lago di Garda e un rooftop a Milano (Skyline Milan). Le immagini prodotte sono utilizzate per integrare la comunicazione più tecnica dell’applicazione e per pubblicazione sui social.

I crediti:

AQ Production Director: Tommaso Artegiani AQ Executive Producer: Moira Spotorno AQ Producer: Elena Marotta AQ Film Director: Paolo Concari AQ Film assistant: Elena Da Vià DOP: Matteo Chiarini DIT: Andrea Bissoli MUA: Maura Fabbris YOGA MODEL: Meritxell Martorell YOGA INSTRUCTOR: Kimber Wigley SCENOGRAPHY: Imaginoteca TECH SUPPORT: Trivisual

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI