• Programmatic
  • Engage conference

14/09/2018
di Cosimo Vestito

AB InBev Italia lancia una campagna per il consumo responsabile di birra tra i giovani

La sede italiana della multinazionale olandese ha scelto lo scrittore e discografico Antonio Dikele Distefano come testimonial. Comu veicolata attraverso due video sui canali della rivista STO Magazine

Screenshot-72.png

AB InBev lancia in Italia una campagna di comunicazione per promuovere il consumo responsabile di birra tra i giovani. Il volto e la voce scelti per la veicolazione del messaggio sono quelli di Antonio Dikele Distefano, 26 anni, scrittore, impegnato nel settore della discografia e responsabile della rivista musicale STO Magazine. Distefano sarà protagonista di due video, oltre ad essere ideatore e organizzatore di un concerto a ingresso gratuito, dedicato all'iniziativa, che si svolgerà il 5 ottobre al Dude Club di Milano. «L’obiettivo che abbiamo disegnato con AB InBev è ambizioso: coinvolgere i giovani e convincerli a partecipare alla costruzione di una nuova idea di divertimento. La musica sarà il nostro fulcro, musica da vivere con passione, con la voglia di goderla fino in fondo e divertirsi senza altri protagonisti che se stessi, gli amici e i quattro producer che si alterneranno sul palcoscenico», ha dichiarato Antonio Dikele Distefano Distefano. La campagna sarà veicolata esclusivamente attraverso i canali digitali di STO Magazine, quindi sul sito web e i canali social della rivista, che ne ha curato la creatività in collaborazione con l'azienda e Publicis Consultants. La multinazionale olandese proprietaria di marchi come Budweiser, Leffe e Corona sta impiegando sempre più risorse per comunicare il consumo moderato e responsabile di birra tra i più giovani. Massimiliano Colognesi, Corporate Affairs Manager di AB InBev Italia, ha dichiarato che globalmente la compagnia ha stanziato un miliardo di dollari per la promozione di questo tipo di progetti, in un arco temporale che va da qui al 2025. «La campagna #bevicomesecifosseundomani è un invito esplicito a vivere la vitalità e il piacere della musica e della birra conservando però attenzione, consapevolezza, rispetto per sé e per gli altri. Data la natura del messaggio, abbiamo deciso di comunicare sul piano corporate, in maniera unitaria e senza associare nessuno dei nostri marchi all'iniziativa», ha commentato Colognesi.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI