• Programmatic
  • Engage conference

di Caterina Varpi

Vodafone restringe il campo nella gara media globale

Secondo quanto riporta Campaign, sarebbero Wavemaker e Carat le centrali in vantaggio nella revisione a cui prenderebbe parte anche Publicis Media

Wpp e Dentsu Aegis Network sarebbero i due Gruppi in vantaggio nella gara media globale di Vodafone (abbiamo parlato qui dell'apertura del pitch). Secondo quanto riporta Campaign, nel dettaglio le centrali coinvolte sarebbero l'uscente Wavemaker per Wpp, che lavora con il colosso delle telecomunicazioni dal 2014, e Carat per DAN. Al pitch starebbe partecipando anche Publicis Media, mentre sarebbe rimasta fuori Omnicom, che avrebbe concorso in una fase precedente dell'operazione. La gara, una revisione periodica degli incarichi per Vodafone, arriva dopo aver riportato in casa a giugno dell’anno scorso la gestione delle attività di buying di gran parte degli investimenti pubblicitari sui media digitali, e coinvolge tv, radio, ooh e stampa. La società opera in 25 mercati, tra cui Australia, Germania, India, Sud Africa, Spagna e Regno Unito. Il pitch coinvolge anche l’Italia. Vodafone non rivela il suo budget pubblicitario, ma si stima che spenda fino a quasi 700 milioni di euro all’anno, con un team interno che per il digital gestisce circa un terzo di questa cifra. Per il nuovo incarico media, la nuova centrale andrebbe a gestire dunque oltre 460 milioni di euro.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI