• Programmatic
  • Engage conference

di Lorenzo Mosciatti

Triboo, domani il debutto sul listino principale della Borsa. Corno: «Occasione di visibilità»

La società che opera dell'ecommerce e nel digital advertising, conta grazie all'operazione di raccogliere l'interesse di nuovi investitori internazionali interessati al digitale

Inizieranno domani, venerdì 29 giugno, le negoziazioni delle azioni ordinarie di Triboo sul Mercato Telematico Azionario, il listino principale di Borsa Italiana. Contestualmente, le negoziazioni cesseranno sull’AIM Italia. La notizia arriva dopo il via libera di Borsa Italiana all’ammissione alla negoziazione delle azioni sul MTA e dopo che Consob ha approvato il prospetto informativo relativo all'operazione. "Il passaggio dal mercato AIM al mercato MTA è un evento rilevante che ci attendiamo possa dare visibilità al gruppo Triboo facilitando l’accesso di ulteriori investitori internazionali interessati al digitale”, dichiara Giulio Corno, amministratore delegato della società. "Triboo è il partner ideale per cogliere con successo le opportunità che la trasformazione digitale offre alle aziende”. Triboo, società che opera prevalentemente nel mercato dell'ecommerce e nel comparto del media e del digital advertising, ha chiuso l’esercizio 2017 con ricavi netti consolidati pari a 65,3 milioni di euro, in crescita del 5,3% rispetto ai 62 milioni dell’esercizio precedente, con un risultato netto di 2,5 milioni di euro. La società opera prevalentemente nel mercato dell'ecommerce e nel comparto del media e del digital advertising. La società è stata protagonista ultimamente di diverse operazioni sul mercato, sia nel corso del 2017 (con le acquisizioni di Shiny ed E-Photo), sia nella prima parte del 2018, con la partecipazione all'operazione RMC Sport Network e attraverso l'acquisto del network digitale Blogo.it. Di recente Triboo è diventata, dopo essersi imposta in una gara, la nuova agenzia per la comunicazione digital di Wind Tre. Sempre quest'anno la società ha dismesso alcune partecipazioni, come quella in Independent Ideas e il 3020,325 detenuto in Friendz. Tornando all'operazione legata alla quotazione, Triboo è assistita da Banca Imi, in qualità di sponsor. Nctm Studio Legale agisce in qualità di consulente legale della società, mentre lo studio legale Rcc quale consulente legale dello sponsor. Ey è la società di revisione. Deloitte Financial Advisory assiste la società come consulente industriale.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI