• Programmatic
  • Engage conference

05/11/2018
di Alessandra La Rosa

Spotify, il business pubblicitario cresce del 30% nel Q3 2018

La società si aspetta un'ulteriore spinta dal progressivo passaggio dalla vendita diretta al programmatic. Intanto l'utenza raggiunge 87 milioni di abbonati per la versione Premium

spotify.jpg

La pubblicità continuerà ad essere un driver importante della crescita di Spotify. E' quanto ha dichiarato la società svedese in occasione della pubblicazione della sua trimestrale, relativa al terzo trimestre dell'anno. Trimestrale che rivela performance in crescita: il business proveniente dagli abbonamenti è aumentato del 31% anno su anno, trainato in parte dai piani per famiglie e studenti; i ricavi pubblicitari hanno visto un +30%. Spotify ha dichiarato che i propri margini pubblicitari hanno registrato robuste performance nei mercati maturi, mentre in quelli emergenti i risultati sono stati più deboli. In ogni caso, con il progressivo passaggio dalla vendita diretta al programmatic, la società si aspetta "di ottenere una significativa spinta nel business pubblicitario, con un aumento dei margini operativi". Numeri positivi anche per l'utenza, che ha raggiunto 191 milioni di persone, di cui 87 milioni di abbonati paganti e 109 milioni di utilizzatori della versione con pubblicità. La società conta di raggiungere alla fine dell'anno tra i 93 e i 96 milioni di abbonati Premium e tra i 199 e i 206 milioni di utenti totali. Nel grafico che segue, sviluppato da Business Wire, una sintesi dei principali dati di bilancio. spotify-q3-2018

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI