• Programmatic
  • Engage conference

10/09/2015
di Caterina Varpi

A Italiaonline la maggioranza di Seat PG, che nomina Antonio Converti nuovo a.d.

Ha preso formalmente il via l'operazione di fusione che porterà alla nascita del più grande gruppo digitale italiano. Ora la società che fa capo a Sawiris lancerà l'Opa sulle azioni Seat non possedute

Antonio Converti

Antonio Converti

Ha preso formalmente il via l’integrazione di Seat Pagine Gialle con Italiaonline, l’internet company italiana che fa capo al magnate egiziano Naguib Sawiris. Il primo passo del già annunciato progetto di fusione è stato compiuto il 9 settembre, con il conferimento del pacchetto di controllo al gruppo che possiede anche i portali Libero e Virgilio. In una nota, la società dei portali web ha comunicato "il perfezionamento del conferimento in suo favore del pacchetto azionario del 53,87% di Seat Pagine Gialle nelle mani dei fondi Avenue e GoldenTree, in cambio del quale Avenue e GoldenTree diverranno azionisti di minoranza di Italiaonline. Preso atto dell’operazione che ha portato Italiaonline a diventare azionista di maggioranza di Seat PG, il consiglio di amministrazione di quest’ultima ha nominato presidente e amministratore delegato Antonio Converti. Il manager subentra a Vincenzo Santelia, che aveva lasciato la società a fine agosto. Contestualmente, Converti assume il ruolo di consigliere “non indipendente” accanto a Sophie Sursock, quest’ultima “non esecutiva”. Entrambi nominati mediante cooptazione, resteranno in carica fino alla prossima assemblea degli azionisti, convocata per l'8 ottobre. «Ringrazio il consiglio di amministrazione dell’incarico, che accetto con profondo senso di responsabilità ed entusiasmo – ha dichiarato Converti -. È mia intenzione mettermi subito al lavoro sul percorso che ci porterà alla costituzione del più importante gruppo digitale italiano e alla formulazione di un piano industriale che, valorizzando al meglio gli assets e le risorse di Seat Pagine Gialle e di Italiaonline, vuole dare un contributo determinante allo sviluppo digitale delle imprese italiane». Il secondo step del riassetto prevede l'offerta pubblica d'acquisto obbligatoria da parte di Italiaonline su tutte le azioni Seat non possedute. L'Opa, ha fatto sapere Italiaonline, si terrà prevalentemente nel mese di ottobre e avverrà a un prezzo di 0,0039 euro per ogni azione ordinaria, comportando per l'offerente un esborso massimo complessivo di 114,45 milioni in caso di adesione totale. Infine è prevista la fusione per incorporazione di Italiaonline in SEAT. A esito della fusione, secondo quanto dichiarato in precedenza, le parti intendono mantenere la quotazione presso la Borsa di Milano della società risultante. L'operazione dovrebbe chiudersi l'anno prossimo.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI