• Programmatic
  • Engage conference

26/11/2018
di Cosimo Vestito

Volkswagen conferma Omnicom. Entro il 2020 il 50% del budget al digitale

Jochen Sengpiehl, Chief Marketing Officer, ha inoltre presentato la riorganizzazione del marketing del marchio automobilistico tedesco. Focus su efficientamento e ottimizzazione degli investimenti media

Jochen Sengpiehl

Jochen Sengpiehl

Volkswagen ha annunciato oggi l’esito della gara creativa globale, indetta ad aprile, e la riorganizzazione delle proprie attività di marketing. Ad aggiudicarsi l’incarico per il mercato europeo, africano e australiano è Omnicom Group, che lavorerà per Volkswagen anche in America Latina, nello specifico in Brasile e Argentina. WPP è stata scelta per il Nord America, ossia Messico, Stati Uniti e Canada, subentrando a Deutsch, di proprietà di Interpublic, e compensando così la perdita del budget di Ford. In Cina invece la competizione è stata vinta dall’agenzia Cheil. La gara creativa ha riguardato esclusivamente il brand Volkswagen e non rientravano dunque nel perimetro gli altri marchi della casa. In Italia e in gran parte d’Europa, attualmente, è DDB a seguire l’azienda per le attività creative mentre la pianificazione è gestita da Phd, centro media di riferimento di Volkswagen Group nel mondo; entrambe le agenzie fanno capo a Omnicom Group. Oltre ai nuovi partner creativi, nella videoconferenza di oggi con la stampa, Jochen Sengpiehl, Chief Marketing Officer di Volkswagen, ha descritto il nuovo piano strategico di centralizzazione delle attività di marketing che prevede, innanzitutto, la riduzione del numero di agenzie partner da 40 a 3 e la crescita del digitale nel media mix fino a una quota del 50% (attualmente è del 25%) entro il 2020. In Italia, secondo i dati elaborati da Media Italia, lo scorso anno il gruppo Volkswagen ha investito in pubblicità circa 120 milioni di euro. L'azienda è inoltre convinta di poter migliorare le proprie prestazioni mantenendo invariati gli investimenti pubblicitari: attraverso l’ottimizzazione e la razionalizzazione della spesa, che fino al 2020 sarà mantenuta stabile a quota 1,5 miliardi di euro, Volkswagen prevede di aumentare l’efficienza del 30% incrementando al contempo le creatività di campagna, che da 30-50 all'anno dovrebbero arrivare a 180-250. «Il passaggio al modello organizzativo delle power house, integrato cross-funzionale, riflette un piano di sviluppo di prodotto che contempla un concetto di mobilità innovativa, con veicoli elettrici e connessi. Accanto a questo, sarà rivisto il brand design di Volkswagen in senso più moderno, giovane e digitale. Vogliamo posizionarci come leader nel marketing digitale a livello globale, con un numero sempre maggiore di creatività pubblicitarie, una nuova generazione di servizi e prodotti automobilistici, collocati su tutta la customer journey, e nuovi siti web personalizzabili», ha dichiarato Sengpiehl.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI