• Programmatic
  • Engage conference

31/07/2018
di engage

I nuovi scenari del gaming: un futuro di innovazione e sicurezza

Le sfide del settore, tra realtà virtuale e intelligenza artificiale

gioco-online-1.jpg

Secondo il rapporto di IDC e App Annie pubblicato il 27 febbraio dello scorso anno, il 2016 sarebbe stato uno degli anni più positivi per il gaming: una spesa in crescita del 25% rispetto all’anno precedente e grandi passi in avanti per il gioco su mobile, che avrebbe rappresentato l’80% delle vendite sugli store Apple e Google. Anche il 2017, proprio come era stato previsto negli anni passati, si è mosso nella stessa direzione, con dati ancor più promettenti per il futuro dell'industria. Secondo quanto riportato nel rapporto “Tutele e strumenti per un gioco sempre più sostenibile”, pubblicato su Osservatori.net il 12 aprile 2018, il settore del gioco su mobile sarebbe ancora tra i più apprezzati, con una crescita della spesa del 52% rispetto al 2016; grande successo anche per i giochi da casinò e per le scommesse sportive, rispettivamente in aumento del 29 e del 59%. A cosa è dovuto tale successo e cosa potrebbe avere in serbo per il futuro l’industria del gaming?

Non solo divertimento: sicurezza, apprendimento, qualità

Il successo del settore gaming non è certo casuale: come emerso dal sopracitato rapporto sul gioco sostenibile, esso sarebbe dovuto soprattutto ad una maggiore attenzione alla sicurezza, i principi cardine dell’Agenzia delle Dogane e del Monopoli, impegnata nel controllo e nella regolamentazione del gioco in Italia. La possibilità di verificare la legalità delle piattaforme è un elemento fondamentale per la crescita del settore, oltre che un’importante garanzia per i frequentatori di casinò online, i primi ad aver bisogno di norme che regolino la protezione dei dati sensibili. Come riportato nella sezione Gioco Responsabile di Betway Casino, tra le prime piattaforme ad ottenere una regolare licenza AAMS in Italia e il certificato “Safe and Fair” di eCOGRA, esistono numerosi mezzi per garantire la sicurezza del giocatore: dal limite di deposito fino al diritto all’autoesclusione, grazie al quale i giocatori possono richiedere un’interruzione forzata dal gioco sulla piattaforma. Persino la verifica dell’identità è ormai obbligatoria per la creazione di un account online in quanto permette di verificare la maggiore età dell’utente. Cos'è e come funziona la matematica online di Redooc.com in 1 minuto Oltre ai grandi passi in avanti nell’ambito della sicurezza, l’industria del gaming ha avuto un successo tale da divenire persino il punto di partenza di progetti innovativi nel campo dell’educazione. Apprendere giocando è il principio su cui si basa la piattaforma Redooc, contenente più di 18 mila esercizi ludici per potenziare la matematica e la logica, e adatta ad ogni età e livello di competenza, dalla scuola primaria fino all’università. L’impiego del gioco e delle nuove tecnologie nell’educazione è un chiaro segno delle potenzialità della didattica ludica per stimolare la competizione positiva e garantire un futuro di qualità alle nuove generazioni.

Le sfide del settore: i trend principali

Nonostante faccia ancora fatica a decollare, la realtà virtuale rappresenta sicuramente una delle sfide principali del gaming: nel 2021, infatti, il mercato dei visori VR potrebbe raggiungere un valore pari a 81 milioni. Per quanto PlayStation continui a mantenere il primato nel settore, una delle principali novità dell’anno riguarderebbe il Lenovo Mirage Solo, il primo visore autonomo al mondo dotato di sensori per rilevare gli oggetti circostanti. Oltre a garantire una maggiore libertà di movimento, Mirage Solo consentirebbe di ampliare il campo visivo fino a 110°, tra i più ampi disponibili sul mercato. Un’ulteriore novità sarebbe poi rappresentata dal visore della startup Magic Leap, che avrebbe il merito di fornire un’esperienza di gioco fortemente realistica grazie ad una tecnologia avanzata in grado di simulare alla perfezione luci, ombre e la profondità degli oggetti. Lenovo Mirage Solo e Mirage Camera V180 - ITA Oltre alla realtà virtuale, anche l’intelligenza artificiale potrebbe contribuire a rivoluzionare radicalmente il mondo del gaming: come dichiarato da Ubisoft durante la Developer Conference di Montreal, l’intelligenza artificiale potrebbe rappresentare la soluzione ai bug spesso presenti nei codici dei videogiochi. Il nuovo assistente IA targato Ubisoft, noto con il nome di Commit Assistant, sarebbe ancora da perfezionare, ma potrebbe rappresentare un aiuto enorme per la risoluzione dei problemi tecnici più frequenti nei videogiochi. Il mondo del gaming non smette di stupire, dimostrando una crescente voglia di mettersi in gioco per continuare ad appassionare gli amanti del divertimento, senza comprometterne la sicurezza. Visto l’andamento del settore, in crescita costante, e i numerosi progetti in vista, l’industria del gioco non potrà far altro che continuare a scalare la vetta del successo. Articolo scritto in collaborazione con Ocere

ARTICOLI CORRELATI