• Programmatic
  • Engage conference

30/01/2020

Microsoft, bene il Q2 dell'anno fiscale 2020. LinkedIn a +24% e Bing a +6%

Per la casa di Redmond, le entrate sono in rialzo del 14% e raggiungono la cifra di 36,9 miliardi contro i 35,7 miliardi previsti, affiancate da profitti per 11,6 miliardi

Con il secondo trimestre fiscale 2020, concluso il 31 dicembre 2019, Microsoft riconferma l'andamento positivo dei precedenti trimestri. Se nel Q1 2020 avevano ottenuto buoni risultati le divisioni cloud e Office, che proseguono nella loro crescita, a brillare ora sono i dispositivi Surface e la vendita delle licenze Windows. Non bene la divisione XBox, che ha una contrazione dell'11% dei ricavi. Le entrate sono in rialzo del 14% e raggiungono la cifra di 36,9 miliardi contro i 35,7 miliardi previsti, affiancate da profitti per 11,6 miliardi, pari a utili per azione di 1,51 dollari rispetto agli 1,32 anticipati. Più nello specifico, l'area Office, LinkedIn, Dynamics (Productivity and Business Process) segna ricavi per 11,8 miliardi di dollari a +17%. Per LinkedIn è stata registrata una crescita del 24%. Azure e i prodotti server e aziendali (Intelligent Cloud) contano 11,9 miliardi di dollari di ricavi, in aumento del 27%. Infine, Surface, Windows, Xbox, Bing (More Personal Computing) arrivano a 13,2 miliardi di dollari, in crescita del 2%. Per quanto riguarda la search advertising, si registra un incremento del 6%.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI