• Programmatic
  • Engage conference

17/12/2019
di Caterina Varpi

Giglio.com lancia la piattaforma ecommerce di boutique italiane Community Store

Il nuovo progetto nasce per aiutare i proprietari di negozi a promuovere il proprio assortimento

Giuseppe e Federico Giglio

Giuseppe e Federico Giglio

Giglio.com, ecommerce italiano attivo nel settore del lusso, ha lanciato il progetto online Community Store, piattaforma di boutique italiane, che condividono valori, informazioni e obiettivi, regolata esclusivamente dalla legge Italiana, 100% compliant alle leggi doganali e fiscali europee. Sviluppato sul modello omnichannel, il progetto è studiato per dare maggiore forza competitiva ai singoli retailer. Community Store di Giglio.com è una piattaforma modulare che aiuta i proprietari di negozi a promuovere il proprio assortimento, supportandoli in maniera attiva. Chi fa parte del progetto opera in un programma di revenue shares e loyalty: da un lato ha l'opportunità di potenziare le vendite, usufruendo delle tecniche e applicazioni in ambito e-commerce, buying, pianificazione, pricing; dall'altro, può beneficiare dell'assortimento di Giglio.com in caso di reverse selling sia nel negozio fisico che per i private sales, spiega il comunicato. Community Store ha una piattaforma interamente proprietaria. È semplice da utilizzare, ha un team di assistenza tecnica dedicato e non blocca o vincola l'assortimento dei negozi aderenti. Entrando nella piattaforma si ha una gestione automatizzata dei cataloghi e l'accesso ad attività di digital marketing mirate. Inoltre ha un sistema di customer support, che parla italiano ed è sempre a disposizione. Gli specialisti di Giglio.com saranno, inoltre, al servizio anche dei community partner per servizi di marketing digitale, assortment analisys e di seo. “Siamo fieri di dare il via alla nuova piattaforma Community Store. Il progetto è una sorta di Stati Uniti del retail, nato proprio per permettere ai titolari di boutique italiane di rimanere al passo con i repentini cambiamenti dettati dall'online, entrando a far parte di un ecosistema sano e fondato sui valori di comunità e di business familiare, dove tutti i negozi sono allo stesso livello. L’Italia è una grande potenza della moda non solo grazie ai brand, ma anche grazie ai negozianti, agli agenti, e all’attenzione dei consumatori nelle scelte d’acquisto. Noi crediamo che solo facendo sistema e unendo le forze, l’Italia possa affrontare le dinamiche del mercato online, continuamente soggetto a deregolamentazione e concorrenza selvaggia. Il consumatore sta cambiando e le nostre risorse non sono solo uno smart market place, ma possono rappresentare un place of markets. Il progetto si differenzia dalle altre piattaforme essendo 100% italiano e concepito proprio per valorizzare le identità fisiche e le loro vetrine territoriali, che rappresentano ancora oggi la diversità e la multisfaccettatura del ricco panorama fashion italiano”, spiegano Giuseppe e Federico Giglio, rispettivamente a capo dello sviluppo tecnologico/business intelligence e responsabile della supply chain/rapporti con le case di moda, del gruppo Giglio.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI