• Programmatic
  • Engage conference

13/02/2019
di Lorenzo Mosciatti

Criteo, l'utile scende a 42 milioni di dollari nel 4° trimestre 2018. Aumenta il numero di clienti

Il gruppo francese guidato dal Ceo JB Rudelle ha visto diminuire i suoi ricavi dell’1% a quota 670 milioni di dollari

Nel quarto trimestre del 2018, Criteo ha visto diminuire i suoi ricavi dell’1% a quota 670 milioni di dollari. Senza considerare l’impatto dei tassi di cambio, il business è cresciuto dell’1%. Escludendo i costi di acquisizione del traffico (ex-tac), invece, il fatturato è sceso del 2% a quota 272 milioni di dollari, pari al 41% del volumi. A valuta costante, i ricavi ex-tac risultano in linea con il quarto trimestre del 2017 (+0,1%). L’utile netto è diminuito del 20% rispetto all’anno precedente scendendo a 42 milioni di dollari. L’utile netto rettificato per azione diluita è diminuito del 31% su base annua a 0,84 dollari. L’ebitda rettificato è diminuito del 13% anno su anno o del 12% a valuta costante a 105 milioni di dollari. Il flusso di cassa da attività operative è aumentato dell’8% e ha raggiunto quota 86 milioni di dollari. Negli ultimi tre mesi dell’anno, segnala il gruppo francese, Criteo ha aumentato il numero dei suoi clienti del 7%. Il trimestre si è chiuso con una platea di circa 19.500 clienti e con un tasso di client retention del 90% per l’intera gamma di prodotti. Il 13% dei clienti della società ha inoltre utilizzato almeno due delle soluzioni di Criteo rispetto al 4% dell’anno precedente. La tecnologia di header bidding è quindi connessa alla maggior parte degli editori clienti di Criteo: quasi 3.500 grandi publisher usano infatti Criteo Direct Bidder rispetto ai 2.600 della fine del terzo trimestre. "La natura della nostra attività riflette il grande valore che i nostri clienti assegnano alle nostre performance", ha affermato JB Rudelle, Ceo di Criteo, nell’esprimere soddisfazione per questi risultati, ha inoltre annunciato che la società è lavoro per “sviluppare le nostre partnership con nuove soluzioni". "I nostri risultati del quarto trimestre segnano un punto di svolta nel nostro percorso", ha commentato Benoit Fouilland, Cfo di Criteo. "Ci aspettiamo di assistere a un 2019 positivo guidato da fondamenta sane e dalla nostra più ampia piattaforma multi-soluzione".

I dati del 2018

Considerando l’esercizio 2018, le entrate sono aumentate dello 0.2% anno su anno o diminuite dell’1% a valuta costante a quota 2,3 miliardi di dollari. I ricavi ex-Tac sono aumentati del 3% o del 2% a valuta costante a quota 966 milioni di dollari, pari al 42% delle entrate. L’utile netto è diminuito dell’1% rispetto all’anno precedente a 96 milioni di dollari, mentre l’utile netto rettificato per azione diluita è sceso dell’8% a 2,49 dollari. L’ebitda rettificato è cresciuto del 4% anno su anno o dello 0.1% a valuta costante a 321 milioni di dollari. Il flusso di cassa da attività operative è aumentato del 6% anno su anno a 261 milioni.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI