• Programmatic
  • Engage conference

25/09/2019
di Caterina Varpi

Coop lancia la nuova campagna di comunicazione con Havas Milan. Budget di 23 milioni

L'adv multimediale partirà il 29 settembre in tv sulle principali reti televisive, con il primo di una serie di film in diversi formati. Verranno coinvolti, a seguire, il circuito Rai Cinema, la stampa e il web, arrivando nel punto vendita. Pianifica Phd

carrelli-Coop.jpg

Un rinnovato posizionamento, una nuova modalità di racconto e un nuovo linguaggio: Coop va on air con “Una buona spesa può cambiare il mondo”, la nuova campagna pubblicitaria, firmata da Havas Milan, scelta dopo una gara (ne abbiamo parlato qui), pianificata da Phd e gestita per la parte digital da Kettydo+. L'adv multimediale partirà il 29 settembre in tv sulle principali reti televisive, con il primo di una serie di film in diversi formati: ci sarà un video lungo per il cinema e il digital, mentre il 60'' sarà il primo lanciato in tv a cui seguiranno gli altri più brevi da 30” e 15’’. Verranno coinvolti, a seguire, il circuito Rai Cinema, la stampa e il web, arrivando nel punto vendita. Nella prima fase, non sarà coinvolta la radio. Così facendo, Coop aggiunge una nuova tappa alla sua storia pubblicitaria (dagli spot non spot di Ugo Gregoretti all’autoironia chiara e diretta del Tenente Colombo, fino agli intellettualismi ‘alleniani’ e al ricorso in anni più recenti a un testimonial come Luciana Littizzetto). "La campagna, che da adesso alla metà di dicembre sarà sempre presente in tv, parla al consumatore alla pari - spiega a margine della conferenza stampa Francesco Cecere, Direttore Marketing e Comunicazione Coop Italia. - I consumatori sono molto informati e vogliamo trasmettere il concetto che si possono fare cose diverse quando si fa la spesa, acquistando, ad esempio, prodotti con packaging sostenibili o realizzati senza sfruttare i lavoratori". Francesco-Cecere-Coop Coop con questa comunicazione vuole raggiungere una audience più ampia rispetto alle campagne precedenti: "Il target che vogliamo raggiungere con la campagna tv non è più quello dei 25-50 ma una fascia più allargata mentre puntiamo a parlare ai più giovani con il digital", racconta Cecere. “Una buona spesa può cambiare il mondo” non è l'unica campagna di Coop on air in questo momento: "La nuova campagna va ad affiancarsi alle comunicazioni di prodotto in cui si tende ora a comunicare oltre al vantaggio economico dei prodotti anche i vantaggi per la collettività che possono riguardare, ad esempio, la sostenibilità o la lotta al lavoro nero." L'investimento di Coop in comunicazione cresce rispetto all'anno scorso: "Se nel 2018 il nostro budget è stato di 19 milioni di euro, nel 2019 spenderemo 22-23 milioni. La spesa per l'anno prossimo, invece è ancora in fase di definizione", conclude Cecere. Ecco il teaser della campagna: https://www.youtube.com/watch?v=s7ae54NSMb8&feature=youtu.be

Una buona spesa può cambiare il mondo

Il film vuole essere una favola moderna su quello che può generare una spesa consapevole. Il protagonista è il “carrello Coop”: spezza le catene che lo tengono fermo e inanimato ed inizia un viaggio nel mondo che lo porta a compiere atti virtuosi. “Con questa nuova campagna di comunicazione raccogliamo esigenze diffuse e lanciamo una sfida confidando che chi crede in un consumo corretto e consapevole ci ascolterà con interesse e vorrà seguirci - ha spiegato Maura Latini, AD Coop Italia durante la conferenza stampa di presentazione. - In particolare, con questo film, ma anche con altri messaggi successivi, non raccontiamo prezzi o promozioni, teniamo alto l’impegno di un gruppo come il nostro che lavora da sempre e in anticipo sulla qualità dei prodotti, la loro trasparenza ed eticità, le azioni sostenibili. Non tutti i nostri competitor possono essere credibili su messaggi così forti, come quello dello slogan che abbiamo scelto di “Una buona spesa può cambiare il mondo”. E anche quando racconteremo con altri mezzi il nostro impegno sul versante convenienza, ragioniamo comunque di una convenienza doppia, rivolta al prezzo certo, ma anche a tutto ciò che c’è intorno. Alla sicurezza, all’ambiente, agli altri, al pianeta. Questa campagna riflette perfettamente il nostro bilancio che unisce ai dati economici l’impatto sociale che gli stessi producono. I conti si fanno sui numeri, ma anche sulla rilevanza che si riesce a rappresentare nella vita delle persone e che si traduce in fiducia dei consumatori”. carrelli-Coop “Siamo davvero felici di iniziare questa collaborazione con un brand importante come Coop, e siamo ancora più contenti di poterlo fare con una campagna creativamente potente ma soprattutto rilevante. I consumatori di oggi e quelli di domani sono più attenti e consapevoli di un tempo. – ha sostenuto Giovanni Porro, Chief Creative Officer Havas Milan - Un brand non può più limitarsi a parlare delle “performance” dei propri prodotti, deve impegnarsi e darsi un ruolo nella comunità. Coop questo lo ha nel proprio Dna, lo ha fatto in anticipo sui tempi. Il nostro compito è stato quindi quello di tradurre quello che Coop fa concretamente tutti i giorni in un racconto emotivo che parte dalla tv, ma che abbraccerà tutti i media, non ultimo il punto vendita, luogo reale di incontro tra marca e consumatore”. Il 28 settembre, intanto, in un circuito di 7 punti vendita (Torino, Milano, Genova, Bologna, Firenze, Assisi e Roma) si terrà una giornata di mobilitazione per promuovere il consumo consapevole. Con questa iniziativa Coop aderisce al “Saturday for future”. Nei supermercati saranno allestite postazioni informative con evidenziate sei campagne del passato più o meno recente di Coop (da “Disarmiamo i pesticidi” di 26 anni fa al “Buoni e Giusti” del 2016 con cui si è ampliato e intensificato il monitoraggio sulle filiere ortofrutticole a rischio) e indicate anche traiettorie future di impegno; dalla riduzione della plastica alla tutela della biodiversità. Spetterà ai consumatori scegliere, indicare la preferita e al tempo stesso acquisire informazioni su cosa significhi consumare consapevolmente. L'evento è realizzato da Coop insieme ad Havas e Personalmedia. Per gli eventi Coop lavora anche con l'agenzia Elastica.

Credits

Title: “The Shopping Cart”
  • Agency: Havas Milan
  • Chief Creative Officer: Giovanni Porro
  • Creative Directors: Antonio Campolo, Luigi Fattore
  • Art director: Barbara Rizzuti
  • Copywriter: Anna Lasagni
  • Client Services Director: Luisella Marelli
  • Account Supervisor: Laura Carrisi
  • Account Executive: Irene Vismara
  • Strategic Planner: Sara Taschera, Francesca Travisi
  • Producer: Alessandro Pancotti
  • Production Company: The Family
  • Director: Vincent Lobelle
  • DOP: Ruben Impens
  • Head of Production: Federico Luiselli
  • Executive Producer: Lorenzo Ulivieri
  • Producer: Danielle Joujou
  • Assistant Producer: Raffaele Fusco
  • Post Producer: Barbara Calicchio
  • Stylist: Diamante Cavalli
  • Production Designer: Systa Bjornsdottir
  • Post production: Mathematic, Paris
  • Editor: Stuart Greenwald
  • Colorist: Emiliano Serantoni
  • Post production Audio: Disc2Disc
  • Voice Over: Sara Labidi
Music:
  • Title: Change The World
  • Author: E. Patterson/A. Specter
  • Music Editor: Edition Songs of TRO
  • Master:  My Sun and Stars – Remix:  quiet, please!

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI