• Programmatic
  • Engage conference

18/01/2019
di Cosimo Vestito

La comunicazione di Citroën è sempre più digitale. Budget in linea

Il 2019 sarà un anno importante per il marchio automobilistico del Gruppo PSA, tra pubblicità e celebrazioni per il suo centenario. Davide Nava, Responsabile Advertising: «Spediamo sempre di più in attività online»

Davide Nava

Davide Nava

Il 2019 sarà un anno importante per Citroën, per tre ragioni: l’impegno dell’elettrificazione delle vetture, la celebrazione del centenario e le iniziative di comunicazione. Il marchio automobilistico del Gruppo PSA, che ha recentemente lanciato le campagne a supporto dei lanci di C3 Uptown e C5 Aircross, è «un importante attore per quanto riguarda gli investimenti pubblicitari, che sono notoriamente ingenti nell’industria automobilistica», stando a quanto dichiarato da Carlo Leoni, Direttore Comunicazione ed Eventi PSA Groupe Italia, il quale ha anche confermato che il budget comunicazione del 2019 è in linea con quello dello scorso anno, sia per quanto riguarda Citroën sia per quanto riguarda il gruppo. Le attività pubblicitarie dell’edizione speciale C3 Uptown, in particolare, hanno avuto inizio il 4 gennaio con una grande enfasi sui canali social, dal 7 poi sono cominciate le trasmissioni dello spot televisivo e dall’11 al 17 è stato veicolato, sempre sui social, un nuovo contenuto branded della durata di 40 secondi: «Con queste creatività social siamo a tutti gli effetti entrati nel mondo del beauty, associando in maniera inedita un’auto a un prodotto di bellezza. È una comunicazione che si rivolge soprattutto a un pubblico maschile, per ogni edizione speciale decidiamo infatti di indirizzare la vendita verso un particolare target», ha commentato Davide Nava, Responsabile Advertising di Citroën, a margine dell'evento di presentazione di C3 Uptown. Nel media mix di questa campagna, la televisione conta una percentuale superiore (circa il 60%) rispetto agli altri mezzi, con una quota del digitale in forte crescita: «Essendo un marchio automobilistico, la tv resta fondamentale nella nostra comunicazione; allo stesso tempo fare solo pubblicità classica è limitante ed è opportuno adottare soluzioni innovative e di impatto. Per questo stiamo investendo sempre di più nel digitale e social, che hanno il vantaggio di essere misurabili, targettizzabili ed efficienti», ha aggiunto Nava. La campagna di C5 Aircross, che sancisce l'ingresso del marchio nel segmento dei Suv di categoria C, vedrà invece un secondo flight nel mese di febbraio. In occasione del centenario, Citroën ha intanto avviato il progetto di comunicazione “Di generazione in generazione”, che prevede, in seguito ad una selezione che riguarda tutto il territorio italiano, la diffusione di storie di personaggi e realtà legati storicamente al marchio, che saranno diffuse sui canali digitali dell’azienda. Anche per il 2019, le agenzie partner in ambito comunicazione di Citroën saranno Havas Milan per la creatività e MediaCom per la pianificazione. Per Opel, invece, in seguito a una gara europea conclusasi a ottobre, è stata scelta come agenzia creativa McCann, che ha avviato la collaborazione con il marchio dal primo gennaio.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI