Socialtutto

di Maurizio Mazzanti

Maurizio Mazzanti, dal 2000 al 2017 è stato socio e direttore creativo di E3. Ha aperto un blog nel 2001 ma nessuno lo ha mai visto, sa dire PPM dal 1996 ed è sempre always on

Un Tumblr pieno di contenuti

Alzi la mano chi conosce Tumblr! E chi ha un profilo attivo su questo social network?

Secondo una ricerca del Global Web Index, che analizza gli ultimi trend in ambito social, seppure Facebook con 1,35 miliardi di utenti attivi al mese rimanga il più grande social network al mondo, la crescita di Tumblr supera la sua e anche quella di Instagram.

Infatti, gli utenti di Tumblr negli ultimi sei mesi sono cresciuti del ben 120%, contro un esiguo 2% per Facebook. È come se Facebook e Instagram avessero raggiunto il loro punto di saturazione.

L’autore del report, Jason Mander, afferma infatti che Facebook ha molte sfide da fronteggiare: il 50% degli utenti in UK e USA afferma che lo usa sempre meno, e questa percentuale arriva al 64% per i teens; inoltre, le attività come condividere foto e messaggiare con gli amici hanno perso 20 punti dall’inizio del 2013, a favore di strumenti di messaggistica privata come Snapchat, che è cresciuta del 56%, seguita da Facebook Messenger (fonte: TechCrunch).

 

Del resto, Tumblr ha una natura profondamente diversa dalle altre, e ce lo riassume bene questa affermazione di David Karp (ceo di Tumblr): «La differenza tra Tumblr e social network come Facebook e Twitter, è che la gente viene da noi per consumare i contenuti, non per parlare con amici o contatti».

Sulla base di ciò Karp ha dichiarato al Financial Times che la piattaforma di microblogging ad oggi più famosa ha tutte le carte in regola per essere competitiva nel campo della pubblicità creativa: basandosi fortemente sui contenuti, può dar spazio a campagne pubblicitarie che facciano leva su sentimenti come motivazione e aspirazione.

Marissa Mayer, ceo di Yahoo – che ha acquisito appunto Tumblr nel 2013 -, ha quindi ben ragione di sostenere che la piattaforma può raggiungere guadagni da 100 milioni di dollari nel 2015: già 260 brand infatti sono presenti lì, investendo anche in adv (fonte: Wired)

In cosa Tumblr è così peculiare rispetto agli altri social network?

  1. Non è solo un social network, è una piattaforma multimediale di microblogging. Consente infatti di pubblicare molte tipologie di contenuto, come descritto ironicamente sul sito ufficiale: “storie, foto, GIF, serie TV, link, citazioni, scherzi stupidi, battute intelligenti, tracce Spotify, mp3, video, moda, arte, roba forte”.
  2. È visto dai suoi utenti come una community, suscitando un forte senso di appartenenza, tanto che è il posto ideale per i fandom di serie tv, programmi televisivi, film, comics, videogames, libri ecc.

…e visto che siamo in chiusura d’anno, qui http://yearinreview.tumblr.com/ è stato realizzato il progetto “Tumblr’s Year in Review”: uno showcase delle migliori cose pubblicate su internet nel 2014, suddivise per categorie e calcolate secondo il volume dei post e dei tag e la crescita di follower.

Il risultato è un collage eterogeneo di cose divertenti, interessanti e/o legate a passioni personali, che è proprio ciò che popola principalmente Tumblr.

E ovviamente tante, tante GIF animate.