Performance Tips

di Sheyla Biasini

Sheyla Biasini, da giugno 2015 è Country Manager Italia di Awin, network leader in Europa nel Performance Marketing e nuovo nome di zanox. Sheyla inizia la sua carriera nel gruppo nel 2008 e vanta 15 anni di esperienza nel Digital Marketing. Nei suoi post ci racconta il mondo dell’affiliazione.

Perché ogni nuovo ecommerce ha bisogno dell’affiliazione

Avviare un nuovo business online può richiedere moltissimo tempo e risorse e può essere finanziariamente impegnativo. Tuttavia per gli ecommerce la collaborazione con l’affiliazione può ridurre significativamente queste pressioni e rivelarsi un supporto concreto per iniziare la propria attività nel mondo digitale.

Rivolgersi a un network di affiliazione è una scelta intelligente per un nuovo e-business perché può aumentare il volume di traffico verso il proprio sito, in maniera molto veloce e con il minimo rischio. Attraverso il network, i nuovi e-business possono entrare in contatto con centinaia, se non migliaia, di partner affiliati, dai siti di cash back e di codici sconto a quelli di comparazione e i siti contenuto. Questo non solo risolve il primo problema fondamentale che una nuova attività online deve affrontare, ovvero quello di trovare il modo per aumentare il traffico e cominciare a generare business, ma aiuta anche a rafforzare il proprio brand attraverso l’associazione a marchi di partner già affermati e che godono, da diverso tempo, di una buona reputazione.

Lavorare con un canale di affiliazione è un’attività a basso rischio in quanto prevede un modello di collaborazione basato sulle performance che permette di remunerare solo le vendite effettive. Si tratta quindi di un modello vantaggioso per tutte le parti coinvolte, in cui il ROI viene misurato in maniera estremamente precisa, e quindi è facilmente adattabile alla strategia di un nuovo ecommerce con un management prudente e attento alle spese, una preoccupazione tipica dei business neonati. Inoltre un buon network di affiliazione può consigliare ai nuovi insezionisti come comunicare al meglio con i publisher e quali strategie mettere in atto per promuovere la propria attività.

Il network di affiliazione permette di avere un punto di contatto dedicato in grado di suggerire gli affiliati con cui lavorare e di indirizzare l’interessato verso quelli maggiormente in linea con i propri KPI, in modo specifico rispetto agli obiettivi prefissati, che siano aumentare le vendite, incrementare il valore degli ordini o acquisire clienti leali e fedeli. Si può inoltre beneficiare di una grande quantità di PR a basso costo o, addirittura, a costo zero. Questi canali consentono di far conoscere il proprio marchio non solo sui siti affiliati, ma anche tramite promozioni del network, eventi e social media.

Essere presente nel mercato del performance marketing dà l’opportunità di avere accesso ad un bacino di digital shoppers molto elevato. I maggiori siti affiliati contano tra i 4 e gli 8 milioni di utenti e si può quindi disporre di un numeroso bacino di nuovi clienti. Questi publisher di prima categoria sono estremamente abili nella targetizzazione e nel dare risalto ad alcune specifiche promozioni, quali offerte speciali per rafforzare il marchio o il lancio di un nuovo prodotto dedicato a particolari categorie demografiche come “donne con figli” o “studenti”. Se consapevoli del valore del proprio marchio e attenti alla qualità di traffico diretto verso il proprio sito, la collaborazione con questa categoria di publisher permette di essere maggiormente strategici nell’approcciare ai canali di affiliazione.

Infine, per ottenere successo nel performance marketing, sono fondamentali e necessarie la comunicazione e la gestione delle attività di affiliazione, così come la creazione di contenuti unici e originali per consentire ai publisher di promuovere al meglio il proprio e-business, nella maniera più facile ed efficace possibile.