Mondo Native

di Alberto Mari

I "tips&tricks" di Alberto Mari, country manager di Outbrain Italia, per creare engagement e raggiungere nuovi utenti con il content marketing

Outbrain @ DMEXCO 2016: chatbot, partnership e… scarpe arancioni!

Anche quest’anno Outbrain ha partecipato a DEMXCO, il principale evento per il marketing digitale in Europa. Sarah Gavin, European Marketing Director, ci ha regalato una sintesi di alcuni dei principali momenti dedicati alla nostra Azienda.

 

Pensavamo che l’anno scorso fosse stato un anno eccitante per Outbrain al Dmexco 2015, ma non sapevamo che quest’anno sarebbe stato meglio.

In questo veloce riassunto dell’evento racconterò alcune delle interessanti conversazioni che si sono svolte dentro ed intorno al quartiere fieristico, le memorabili tavole rotonde a cui abbiamo partecipato, ed inoltre approfondiremo i dettagli della partnership che consentirà ai marketer B2B di innalzare il proprio content marketing e account-based marketing ad un livello successivo.

Prima di addentrarmi nella descrizione delle nostre giornate al DMEXCO, vorrei ringraziare il team di Storytile  per la straordinaria tecnologia live-blogging messa a nostra disposizione per catturare quei momenti.

Il team Outbrain radunato per la missione DMEXCO

outbrain_team_dmexco

Il nostro stand è stato allestito come un bar per dare spazio ed ospitalità a tutti coloro che desideravano approfondire il tema del valore del content discovery con una semplice chiacchierata o attraverso una varietà di risorse informative come “Dare una spinta alle migliori Content Experience” e “Fare in modo che le Brand Story portino a dei risultati per il brand”.

Il nostro CEO, Yaron Galai ha avviato un dibattito su come lo spazio dedicato al content marketing sia in continua evoluzione, sui cambiamenti nel consumo di contenuti da parte degli utenti e sulla posizione avanguardista di Outbrain  nella rivoluzione dei chatbot.

Amplificare l’esperienza Outbrain

Durante il DMEXCO è stato fatto un importante annuncio, quale modo migliore per festeggiare una crescita strategica se non in compagnia di colleghi, amici, partner commerciali, e birra!?

Vi diamo un indizio: si tratta di qualcosa per cui i marketer B2B potranno esultare ovvero una partnership con Bombora, fornitore leader di dati demografici e  intent data per il B2B.

Come contribuirà tutto questo a migliorare le performance Outbrain?

Una capacità di targeting più robusta per il B2B attraverso l’abbinamento degli intent data di Bombora e il grafico degli interessi di Outbrain.

Di seguito alcune parole di Erik Matlick, CEO di Bombora, su come questo sta per avere un profondo impatto sugli utenti di Outbrain Amplify:

Sul tema del Targeting

L’head of sales di Outbrain Germania, Daniel Holm, ha tenuto un seminario interessante e toccante dal titolo “Targeting e Content Distribution – Amore al secondo sguardo?

Durante il suo intervento, ha affrontato il tema dell’aumento degli AdBlocker instalalti dagli utenti e quello della banner blindness tra i piccoli schermi degli smartphone, rendendo più difficile che mai per i marketer veicolare i propri messaggi.

Così tutto ciò che era ‘push’ è diventato ‘pull’ così come il targeting fatto attraverso la display è diventato meno potente di quello coi contenuti:

“Il Content marketing ha poco a che fare con la pianificazione di una campagna classica. Non si tratta più di parlare del prodotto. Piuttosto, un buon content marketer attira i propri clienti, parla dei loro bisogni, ed offre un valore aggiunto … un contenuto rilevante “-. Daniel Holm

Ma poi ha condiviso questa immagine…

outbrain_banner-dmexco

Come possono coesistere la display ed il content marketing?

Secondo Daniel, attraverso una combinazione intelligente di creazione di contenuti mirati e  distribuzione di questi ultimi  basata su dati e retargeting.

Prendendo spunto da esempi come Volkswagen, che ha registrato un ottimo riscontro da parte della stampa per la sua nuova Tiguan, ha proseguito parlando di come i contenuti positivi possano essere utilizzati per raggiungere brand awareness, affinity, e risultati attraverso l’amplificazione sulla rete Outbrain e il retargeting intelligente su piattaforme come Facebook.

outbrain_dmexco-3

E poi ci sono i Chatbots

outbrain_chatbots_dmexco 

Come anticipato sopra, in una tavola rotonda Matt Crenshaw, VP of Product Marketing di Outbrain, è salito sul palco al fianco di Max Koziolek, co-fondatore di Spectrm, per discutere di “Come gestire un milione di conversazioni contemporaneamente.”

Vista la popolarità delle applicazioni di messaggistica, tutti ormai sanno che questo è il media con cui gli editori, i marchi e i rivenditori dovrebbero creare esperienze di contenuto significative per gli utenti. Questo è il motivo per cui Matt Crenshaw ha dato ai partecipanti di DMEXCO un’ anteprima dell’interfaccia Outbrain sulla Chat di Facebook Messenger.

Ecco quel che ha detto Matt, intervistato sul tema chatbot, sul loro il futuro, e qualche consiglio per le aziende interessate a questa tecnologia.

Vuoi saperne di più su come funzionerebbe una content experience in una applicazione Messenger? Ecco alcuni filmati che abbiamo catturato durante il discorso, mentre viene mostrata l’evoluzione di questa nuova forma di dialogo:

That’s all folks!

Dopo due giorni di incontri, conferenze e tavole rotonde presso la più grande esposizione di marketing digitale d’Europa (un record: 50.700 partecipanti di quest’anno!), abbiamo salutato DMEXCO e tutte le persone straordinarie che abbiamo incontrato durante la settimana.

Grazie a tutti coloro che hanno reso questa nostra esperienza così speciale. Siamo entusiasti delle nuove opportunità all’orizzonte e ci auguriamo di restare in contatto fino alla fine dell’anno e oltre, mentre continueremo a crescere e innovare.