Mondo Native

di Alberto Mari

I "tips&tricks" di Alberto Mari, country manager di Outbrain Italia, per creare engagement e raggiungere nuovi utenti con il content marketing

L’ottimizzazione dei Blog: 6 tattiche collaudate per scrivere post che convertano il traffico in lead

In questo post diamo spazio a Dan Sherman, Head of Conversion Optimization di Outbrain, la persona che verifica i passaggi del processo di acquisto attraverso il marketing funnel. Dan ci presenta 6 tattiche per migliorare la scrittura dei nostri post e, catturare quindi, maggiore attenzione da parte dell’audience con l’obiettivo di trasformare un lead in un nuovo cliente.

 

Come Direttore per l’ottimizzazione delle conversioni in Outbrain investo molto tempo nel perfezionamento del nostro funnel di registrazione Amplify e delle direct response landing pages, ma lavoro anche a stretto contatto con il nostro team dedicato alla creazione di contenuti per verificare che, a tutti i post del nostro blog, vengano applicate le best practices per l’ottimizzazione del tasso di conversione (CRO).

A volte “la conversione” consiste nella registrazione ad Amplify da parte dei lettori, altre volte il tipo di contenuto si rivela più adatto per spingere gli utenti a sottoscrivere un abbonamento al blog o effettuare il download di un e-book attraverso una call-to-action (CTA). Altri engagement KPI come lo scroll-depth, il tempo speso su una pagina, o il bounce rate, se misurati correttamente, sono fattori critici da ottimizzare che possono portare conversion rate più elevati.

Ispirandomi al recente intervento di Will Fleiss alla Unbounce Conference, ho deciso di condividere con voi 6 tattiche che hanno contribuito a convertire il traffico al nostro stesso blog in lead e successivamente in clienti. Eccole.

  1. Aiuta a risolvere un problema reale del consumatore

Potrebbe sembrare un’ovvietà, ma se si vuole che il contenuto porti delle lead ed eventualmente dei clienti, è necessario che aiuti a risolvere i problemi reali dell’utente. Se vendi le scarpe da running più confortevoli del mercato, condividi con gli utenti i consigli degli atleti professionisti sulle loro pratiche abituali per non avere piedi doloranti dopo una corsa. Se fornisci uno strumento per la produttività aziendale, scrivi su come risolvere le inefficienze nei luoghi di lavoro. Sii creativo, ma non allontanarti troppo dall’obiettivo di risolvere i problemi del cliente. Il nostro post che ha registrato il miglior conversion rate è “5 fonti di traffico a pagamento che tutti i Marketer dovrebbero testare”. Se conosci il nostro prodotto Amplify, puoi intuire il perché.

  1. Aggancia i lettori con una grande storia

Sebbene il tema del sito possa essere la prima cosa su cui è necessario concentrarsi, è altresì importante introdurre il post con una storia interessante.

Gli esseri umani sono naturalmente attratti dalle storie; Queste ultime fanno sentire i nostri neuroni accendersi, innescando una risposta che simula ciò che il lettore sentirebbe se ne fosse realmente coinvolto. Se scritte correttamente, le storie possono essere così coinvolgenti da incoraggiare il pubblico a continuare a leggere fino alla fine. In un grande esempio Alex Turnbull, il fondatore di Groove, sul blog Buffer, ha effettivamente provato che, aggiungendo una storia in un post:

–          il tempo medio sulla pagina è aumentato del 520%

–          il numero di persone che è arrivata al fondo pagina è aumentato del 300%

story_introduction_graph

  1. Inizia con un’immagine

Proprio come una storia, una sola immagine è in grado di fornire un racconto stimolante. Al posto di utilizzare una foto generica, ricorda che l’obiettivo è coinvolgere il pubblico e innescarne le emozioni. E’ quindi necessario fornire un’immagine che sia piacevole e facilmente riconoscibile. Per aumentare ulteriormente il tasso di conversione, consiglio di prendere in considerazione queste due strategie proposte da JeremySaid:

  • Le immagini devono essere grandi – In uno studio A/B pubblicato da EcoConsultancy, ingrandire le immagini del 28% rispetto all’originale porta a 63% di clic in più, ed un aumento del 329% nella compilazione di moduli online.
  • Utilizza immagini di volti di persone – studi sull’eye-tracking confermano che le facce sono la prima cosa che la gente guarda quando vede l’immagine di una persona, e ci sono una serie di studi che confermano che l’uso di foto di volti può contribuire ad aumentare i tassi di conversione.
  1. Utilizza Sottotitoli per interrompere il testo

Purtroppo non tutti i lettori leggono ogni parola dei contenuti; La maggioranza delle persone screma i contenuti sulla base della loro importanza. Con l’aggiunta di sottotitoli, i lettori saranno in grado di trovare le parti essenziali del blog velocemente e facilmente. I sottotitoli devono essere in grassetto con tag HTML H2 o H3. Questo aiuterà anche il SEO. Gli elenchi puntati sono un altro metodo per interrompere il contenuto in sezioni semplici da gestire.

Se investite il lettore con un muro di testo, vi sarà un maggiore bounce rate. Interrompere i contenuti con sottotitoli dà al lettore la possibilità di scegliere se leggere o meno attentamente l’articolo.

  1. Aumenta la velocità del sito

Questo aspetto non sarà mai abbastanza enfatizzato: assicuratevi che il sito si carichi in modo rapido. Più risulta lento il caricamento, più aumenta il tasso di abbandono del blog da parte del cliente. In effetti, il 47% dei consumatori si aspetta che una pagina web si carichi in due secondi o meno. E per di più, un secondo di ritardo nel tempo di caricamento può comportare una riduzione del 7% nelle conversioni.

Si possono approfondire questi impressionanti studi sui tempi di caricamento su Web Performance Today:  Walmart.com ha scoperto che ogni secondo in meno nel tempo di caricamento, produceva un aumento del 2% nelle conversioni; Firefox ha ridotto il tempo di caricamento di 2,2 secondi e ha aumentato il numero di download del 15,4%; AutoAnything.com tagliando i tempi di caricamento della metà, ha registrato un aumento delle conversioni del 9%.

È possibile verificare il tempo di caricamento del tuo blog utilizzando strumenti disponibili online come WebPagetest e Google Code Page Speed Tools.

page_load_time_graph1

6. Valorizza la tua CTA

Una delle tattiche più importanti per aumentare il tasso di conversione del blog è testare le call to action. Esistono diverse strategie per strutturare le CTA e possono essere impiegate per ottenere risultati di successo, tra cui:

  • • Text-based in-line CTA
  • • CTA in sidebar
  • • CTA a fine-post
  • • slide-in CTA.

Le text-based in-line CTA sono inserite direttamente all’interno del contenuto del blog, come si vede nell’esempio di seguito fornito da HubSpot:

text_in-line-call-to-action-hubspot1

Nello studio da cui proviene questa immagine, HubSpot ha inserito una CTA all’inizio del post. La CTA è stata inserita al terzo capoverso e si è basata su una parola chiave. Il tasso di conversione del post è aumentato del 240%.

La CTA in Sidebar può essere efficace se ben fatta. Tuttavia, troppe CTA in Sidebar su una pagina possono scoraggiare il lettore, aumentando la frequenza di rimbalzo e diminuendo l’engagement.  iMPACT Branding and Design ha eliminato la barra laterale e le relative CTA sperimentando un aumento del 71% nei risultati rispetto allo standard. Questo non solo indica che la CTA sulla barra laterale non rappresentano sempre la soluzione ideale, ma che la posizione tradizionale a fine post può essere estremamente efficace.

In ultimo, anche se non per importanza, la slide-in CTA. Questa appare a lato del lettore mentre fa scorrere la pagina. Non disturba il lettore come la barra laterale e crea più ingaggio. Online Digital Profits ha riferito che l’utilizzo di slide-in CTA ha fatto aumentare il CTR del 192% e ha generato il 27% in più di abbonamenti.

Questi sono solo alcuni dei metodi per convertire il traffico del blog in leads. Come state applicando queste best practices in termini di ottimizzazione del tasso di conversione per i vostri blog? Aspettiamo i vostri contributi.