E-commerce Trends

di C. Vaccaro e A. Coletta

Un blog curato a quattro mani da Claudio Vaccaro, co-fondatore e ceo della digital agency BizUp, e Angelo Coletta, fondatore e ceo di BookingShow e MerchandisingPlaza. Dall'incontro delle due aziende è nata la joint venture UpCommerce, l'e-commerce in full outsourcing multilingua

L’importanza di un’efficace barra di ricerca in un eCommerce: 5 best practice

Rispetto ad altri elementi legati puramente all’estetica, all’ottimizzazione SEO e alla semplificazione del processo di acquisto su un eCommerce, lo strumento al quale dedichiamo il nostro post di oggi figura raramente nella lista degli “aspetti da migliorare al più presto” di un eCommerce.

Stiamo parlando della barra di ricerca, una presenza tanto scontata quanto trascurata dalla gran parte degli online retailer, alla quale tuttavia è importante dedicare un’attenzione particolare in virtù del suo ruolo nell’incrementare i tassi di conversione dell’eCommerce e assicurare agli online shopper un’esperienza d’acquisto positiva e memorabile.

Come migliorare, allora, il box di ricerca del vostro store online per rendere la ricerca più interattiva, personalizzata e user-centered? Ecco le 5 best practice che abbiamo individuato per voi:

  1. Assicuratevi che la search bar sia collocata in una posizione ottimale. La maggior parte dei visitatori guarda istintivamente verso l’alto (o nell’angolo in alto a destra), dove si aspetta di trovare la barra di ricerca. Perché deluderlo, allora? Nel caso in cui decidiate di collocarla in alto al centro, state attenti a non sacrificare elementi che potrebbero danneggiare altrimenti le conversioni. Fate in modo che emerga all’interno della pagina e sia nello stesso tempo coerente con il design della stessa: un leggero bordino di diverso colore può aiutare la vostra search bar a spiccare ed essere individuata facilmente all’interno della pagina.
  2. Rendete la barra di ricerca semplice da usare (soprattutto da mobile). Il pulsante Cerca (o la lente d’ingrandimento che lo identifica) dev’essere abbastanza grande da poter essere cliccato anche da smartphone e tablet; in alternativa utilizzate un codice che vi permetta di inglobarlo nella tastiera digitale che compare sullo schermo del dispositivo.
  3. Verificate che i risultati siano coerenti con la query di ricerca, diversamente perderete l’opportunità di mostrare agli utenti prodotti rilevanti e trasformare i visitatori in clienti.
  4. Preoccupatevi di rendere la barra di ricerca utile e significativa per gli utenti alla ricerca di un prodotto specifico. L’auto-complete può essere una soluzione utile in questo senso, prevedendo la comparsa in un menu a tendina di tutte le risposte possibili per la/e parola/e chiave che l’utente ha iniziato a digitare. In questo modo potrete rendere la ricerca più veloce, suggerire agli utenti la giusta trascrizione di un prodotto e risparmiarli dal digitare una query troppo lunga attraverso il proprio smartphone. Assieme alle ricerche suggerite può essere utile mostrare link testuali o visivi al prodotto cercato, come fa ScrewFix, così da saltare un passaggio nel processo di ricerca (e acquisto) dell’utente e portarlo direttamente sulla pagina di prodotto.
  1. Scrivete un testo all’interno della barra di ricerca, fungerà da guida per i vostri utenti. L’eCommerce del noto gruppo di distribuzione britannico, ad esempio, suggerisce ai consumatori di cercare i prodotti all’interno dello store per keyword, brand o digitando il nome stesso del prodotto.

 

Da seguire anche il modello di Amazon, che all’interno della barra di ricerca ingloba un menu a tendina con l’indicazione delle categorie all’interno delle quali si desidera cercare, allo scopo di rendere i risultati più mirati.

 

In conclusione, una volta effettuata la ricerca, non dimenticate di rendere i risultati accuratamente filtrabili per parametri come il prezzo, la popolarità, la rilevanza, la misura (del capo d’abbigliamento), il brand, il colore, la posizione geografica (dell’albergo) e così via. Più opzioni di visualizzazione e di ordinamento dei prodotti avranno gli utenti, più alta sarà la probabilità di individuare e mettere nel carrello l’articolo più coerente con le proprie aspettative ed esigenze.