E-commerce Trends

di C. Vaccaro e A. Coletta

Un blog curato a quattro mani da Claudio Vaccaro, co-fondatore e ceo della digital agency BizUp, e Angelo Coletta, fondatore e ceo di BookingShow e MerchandisingPlaza. Dall'incontro delle due aziende è nata la joint venture UpCommerce, l'e-commerce in full outsourcing multilingua

L’importanza di scrivere contenuti originali per l’e-commerce

Uno dei tanti aspetti da tenere in considerazione quando si parla di e-commerce è l’importanza dei contenuti che si trovano all’interno del nostro sito o della nostra vetrina. Molto spesso, chi crea un e-commerce si dedica molto al suo aspetto esteriore disegnando un layout accattivante e alla piattaforma di gestione, trascurando la parte di comunicazione che ha il suo fulcro proprio nella creazione dei contenuti.

Quello che è importante capire è che sono i contenuti (e la loro diffusione) a creare engagement, cioè ad agganciare prima e coinvolgere poi l’utente fino a condurlo all’acquisto.

 

I contenuti del nostro e-commerce devono assolvere a due funzioni:

  • devono essere bene indicizzati nei motori di ricerca;
  • devono contenere le informazioni che cercano gli utenti.

L’aspetto più complesso è creare contenuti che siano attraenti per l’utente e utili ai fini della vendita.

La parte più consistente di contenuto di un e-commerce riguarda le schede prodotto. Quante volte ci siamo trovati di fronte a una pagina con un’immagine, il prezzo del prodotto e il bottone “acquista”? Un po’ scarno per convincere l’utente non troppo motivato all’acquisto.

Scrivere buone descrizioni dei prodotti aumenta l’indicizzazione del sito, trattiene l’utente intenzionato ad acquistare ed è quindi propedeutico alla vendita.

L’intenzione dell’utente che arriva sul nostro e-commerce è spesso già implicita nella query di ricerca che dobbiamo imparare ad interpretare. Per questo uno degli aspetti in cui investire tempo e risorse è la SEO, cioè l’ottimizzazione dei contenuti (e non solo) per i motori di ricerca.

Per indicizzare bene il nostro e-commerce è importante realizzare i contenuti delle schede prodotto in modo che siano unici, dettagliati e con parole chiave ben scelte.

Scegliendo le parole chiave su cui costruire le schede prodotto facciamo in modo che il contenuto sia ben indicizzato in maniera naturale e che risulti pertinente alle query degli utenti.

Per fare un esempio pratico, chi ricerca “scarpe da donna” deve accedere a un contenuto diverso rispetto a chi cerca “scarpe da ginnastica” oppure “scarpe ginnastica + marca”. Ogni query di ricerca rivela esigenze specifiche.

La prima query indica che l’utente non ha ancora deciso quale prodotto acquistare. La query successiva è tipica di chi vuole acquistare e sta cercando il prezzo migliore o la disponibilità del prodotto. L’ultima query è tipica di chi sta per prendere la decisione d’acquisto. Ovviamente ogni query di ricerca richiede di contenuti diversi.

Una volta realizzate delle schede prodotto uniche, ben dettagliate e ben indicizzate, bisogna fornire dei contenuti aggiuntivi e magari attraenti per il potenziali clienti.

Ecco alcuni esempi di contenuti aggiuntivi che migliorano la qualità del nostro e-commerce:

  • creare delle guide ad hoc per i prodotti acquistati;
  • inserire video-tutorial con funzionalità e caratteristiche d’uso;
  • permettere agli utenti di confrontare le schede descrittive;
  • utilizzare coupon di sconto per stimolare l’acquisto;
  • realizzare un blog e aggiornarlo costantemente con contenuti originali;
  • realizzare schede multilingua originali se stiamo vendendo in più paesi.

Insomma più riusciamo ad arricchire l’esperienza dell’utente più abbiamo probabilità di convertire le sue azioni in acquisto.