DigitalChina

di Riccardo Porta

Con una sua identità in rete dal 1994, è Digital Marketing strategist per MyBank. Per anni nel consiglio di amministrazione di Netcomm se non lo trovi connesso starà facendo certamente qualche sport estremo. Per noi parlerà di Cina e digitale

Lady Gaga “bannata” in Cina

E’ tutto molto complesso in Cina. Per fare business nel Paese del Dragone bisogna stare attenti.

Un esempio estremo? Guarda che cosa è successo a Lady Gaga settimana scorsa, “bannata” per avere osato incontrare il Dalai Lama. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hong Lei, ha infatti chiesto di bloccare immediatamente la diffusione dei brani della cantante.

Per la cronaca: l’attuale Dalai Lama è in esilio dal 1959 in India, da dove non ha mai cessato di adoperarsi per il bene del suo popolo, sia aiutando con ogni mezzo i profughi sia cercando di far valere – sempre tramite il dialogo e la non violenza – i diritti umani in Tibet e di preservare l’integrità della cultura e della società tibetana. Nel 1989 ha ricevuto il Premio Nobel per la pace e per la resistenza non violenta contro la Cina.

Nel 2016 chi lo incontra rischia grosso. Pechino si arrabbia perché lo vede come un gesto di irriverenza.

Che cosa avrà mai fatto Lady Gaga per suscitare l’ira della Cina? Niente, ha parlato di yoga e di non violenza. Nessuna teatrale apparizione (come per altro è solita fare). Ma questo è bastato perché venisse impartito l’ordine di bloccare l’upload e la diffusione delle canzoni dell’artista. Cosa che, per altro, sta succedendo.

Questo un breve video del terribile incontro tra Lady Gaga e il Dalai Lama:

Cultura molto diversa quella cinese. Che va conosciuta, capita e affrontata con le giuste cautele prima di fare business.

Nel tuo business plan metti in conto diversi viaggi. Perché i fornitori li dovrai incontrare personalmente. I partner li dovrai scegliere verificando le loro credenziali e guardandoli negli occhi. La Cina va vissuta, respirata e assimilata.