E-commerce Trends

di C. Vaccaro e A. Coletta

Un blog curato a quattro mani da Claudio Vaccaro, co-fondatore e ceo della digital agency BizUp, e Angelo Coletta, fondatore e ceo di BookingShow e MerchandisingPlaza. Dall'incontro delle due aziende è nata la joint venture UpCommerce, l'e-commerce in full outsourcing multilingua

eCommerce e Coupon: le tipologie di sconti e la loro importanza per attirare nuovi clienti

Secondo le previsioni dell’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano, l’eCommerce nel 2015 crescerà del 15% e raggiungerà un valore di mercato di oltre 15 milioni di euro, a conferma della crescente fiducia tanto degli italiani, quanto delle piccole e grandi aziende verso il canale online.

Eppure la strada da percorrere, soprattutto per quel che riguarda la comunicazione e la promozione delle piattaforme di eCommerce, è tutt’altro che breve.

Nell’appuntamento di questa settimana con la rubrica dedicata agli eCommerce trends ci soffermeremo sulle tipologie di coupon esistenti e sulla loro importanza in quanto strumenti di promozione all’interno di una vincente strategia di vendita online.

Cosa sono i coupon? Possiamo definire i coupon come la versione online di flyer e volantini cartacei cui i punti vendita spesso ricorrono per far conoscere promozioni e offerte attive in un determinato periodo e influenzare le decisioni d’acquisto di un pubblico più ampio.

Di pari passo con la crescita dell’eCommerce, negli ultimi anni si sono moltiplicati i siti che offrono coupon e buoni sconto da utilizzare all’interno di punti vendita non solo fisici, ma anche virtuali, finendo per influenzare la routine e le spese degli utenti in base alle offerte presenti su questi siti.

Esistono diversi tipi di coupon:

  • spedizione gratuita oltre una certa soglia di spesa
  • offerta del giorno
  • offerte riservate a un pubblico esclusivo (es. fan di Facebook)
  • sconto per gli utenti che si iscrivono alla newsletter
  • offerta speciale su un numero limitato di prodotti
  • sconto fisso da sottrarre alla spesa totale dell’utente per singolo ordine
  • sconto valido per un singolo prodotto o per una categoria di prodotti
  • promozioni 3×2 o 1+1.

A seconda della tipologia di coupon prescelta può essere consigliabile indicare:

  • date di inizio e fine validità;
  • numero di utilizzi per coupon;
  • numero di utilizzi per utente;
  • tipologia di utenti per cui è valido.

Ma è conveniente per le aziende collaborare con i siti di couponing per promuovere la propria attività? Per prima cosa è certamente opportuno rendersi conto se – sulla base di un’attenta analisi dei propri obiettivi di marketing, della clientela e delle proprie possibilità economiche – quella del couponing sia effettivamente una strategia che può aggiungere qualcosa di buono alla propria attività.

Una campagna di couponing può sicuramente aiutare un brand a farsi conoscere e acquisire nuovi clienti, ma anche a fidelizzare quelli esistenti, a lanciare un nuovo prodotto o semplicemente liberare il magazzino dai prodotti invenduti. Quel che conta è individuare la tipologia di coupon che meglio si sposa con il proprio business, presentare l’offerta in maniera semplice e soprattutto non perdere mai di vista i margini di profitto, per evitare che lo sforzo sostenuto per autopromuoversi sia vano.