E-commerce Trends

di C. Vaccaro e A. Coletta

Un blog curato a quattro mani da Claudio Vaccaro, co-fondatore e ceo della digital agency BizUp, e Angelo Coletta, fondatore e ceo di BookingShow e MerchandisingPlaza. Dall'incontro delle due aziende è nata la joint venture UpCommerce, l'e-commerce in full outsourcing multilingua

eCommerce e Cinema: i trend dello shopping natalizio riassunti in 3 citazioni di film

A pochissime ore dall’inizio delle festività e nella fase culmine dello shopping pre-natalizio, abbiamo pensato di condividere con voi il contenuto di un articolo pubblicato pochi giorni fa su Adweek.com, dedicato al singolare binomio tra eCommerce e cinema.

Al di là dell’ironia e del tono leggero che lo contraddistingue, l’articolo ha suscitato la nostra curiosità e attenzione per la non convenzionalità dell’analisi condotta sulle abitudini dei consumatori online durante la stagione natalizia, nonché per la straordinaria immediatezza delle considerazioni che ne sono emerse. L’aspetto più originale coincide con l’accostamento del comportamento degli online shoppers a quello dei celebri protagonisti di tre grandi classici del cinema americano: Kevin McCallister di Mamma ho perso l’aereo, George Bailey de La vita è meravigliosa e il Grinch dell’omonimo film.

Ecco le citazioni che riassumono i tre più grandi trend che hanno caratterizzato la stagione 2015 dello shopping natalizio:

  1. Questo spazzolino è approvato dall’associazione dei dentisti?” Ricorderete tutti la domanda che il piccolo Kevin, dimenticato a casa dalla famiglia durante le vacanze di Natale, rivolge alla cassiera del supermercato in Mamma ho perso l’aereo. Una domanda dietro la quale si nasconde – in maniera neppure tanto velata – il desiderio dal parte del consumatore di sincerarsi della qualità del prodotto che sta per acquistare. Niente di diverso da quello che muove gli acquirenti di oggi a ricercare informazioni e a chiedere opinioni sugli articoli da regalo che hanno intenzione di acquistare. Take-away per i marketer: incoraggiare la condivisione di commenti e recensioni sui propri siti di eCommerce e coinvolgere blogger e influencer della Rete nell’accrescere la visibilità del brand e alimentare il passaparola intorno alla qualità e al valore dei suoi prodotti.
  2. Nessun uomo è un fallito se ha degli amici”. È la dedica che Clarence scrive al protagonista George sul libro Le avventure di Tom Sawyer nel film di Frank Capra, La vita è meravigliosa. Nell’ambito dello shopping natalizio, sono proprio gli amici ad avere un ruolo fondamentale nell’influenzare l’acquisto di un prodotto a differenza di un altro, così come nel prediligere uno store piuttosto che un altro. Una tendenza che è tanto più evidente fra i millennials. Il passaparola, online e offline, sui blog e sui social, vince insomma sulle recensioni dei giornali e sulle raccomandazioni delle celebrities. Il consiglio per i marketer? È dimostrato che il world-of-mouth contribuisce ad accrescere di almeno 5 volte le vendite rispetto a qualsiasi altro paid media (Fonte: Return on WOM Study, 2014). In questo senso, la promozione di contenuti brandizzati tramite campagne di Native Advertising può giocare un ruolo fondamentale nel coinvolgere al meglio il proprio target, rafforzare il legame con gli utenti e costruire un’efficace storytelling di Marca.
  3. Forse non viene solo da un negozio. Forse significa molto di più”. È il momento cruciale in cuil il Grinch realizza il vero significato dello spirito natalizio, che ha a che fare molto più con l’esperienza – nell’accezione più profonda del termine – che con la materialità. Tradotto in termini più commerciali, è il valore esperienziale della vendita che i brand dovrebbero sforzarsi di perseguire nella loro strategia di marketing: in una fase in cui la concorrenza fra i brand è agguerrita, trasmettere ai propri utenti qualcosa in più al di là della materialità del prodotto venduto permette di differenziarsi e acquisire un vantaggio competitivo rispetto agli altri. Di qui l’importanza di far percepire agli utenti il valore del proprio prodotto, saperlo raccontare, suscitare emozioni e assicurare un’esperienza d’acquisto indimenticabile. Sfruttare insomma la leva dello storytelling per avvicinare il brand alla vita dei clienti, farsi conoscere. E scegliere.