E-commerce Trends

di C. Vaccaro e A. Coletta

Un blog curato a quattro mani da Claudio Vaccaro, co-fondatore e ceo della digital agency BizUp, e Angelo Coletta, fondatore e ceo di BookingShow e MerchandisingPlaza. Dall'incontro delle due aziende è nata la joint venture UpCommerce, l'e-commerce in full outsourcing multilingua

eCommerce, come ottimizzare la scheda prodotto e aumentare le vendite

Quando si acquista online non vi è la possibilità di provare i vestiti, toccare i tessuti, verificare la taglia, misurare le scarpe o chiedere un consiglio al commesso. Eppure lo shopping online è in costante aumento: +17% sulle vendite da siti italiani nel 2014, per un valore complessivo di oltre 13 miliardi di euro (Fonte: Osservatorio eCommerce b2C 2014).

Come si spiega questo enorme successo?

La vastità dell’offerta, il risparmio, la presenza di coupon e la comodità di poter acquistare direttamente da casa sono alcuni dei fattori che portano un numero sempre maggiore di utenti a prediligere lo shopping online, ma perché preferire un sito ad un altro? Quali sono gli elementi in grado di fare la differenza quando si tratta di scegliere lo store virtuale su cui concludere i propri acquisti? Uno di questi è sicuramente la scheda prodotto e le informazioni in essa contenute, cui va gran parte del merito nell’innescare la vendita ed evitare il cosiddetto abbandono del carrello.

Di seguito, quindi, proponiamo alcuni consigli per ottimizzare la scheda prodotto in maniera tale da favorire prima di tutto l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca, catturare l’attenzione dell’utente, spingerlo all’acquisto, fidelizzarlo e far lievitare infine le vendite del proprio eCommerce:

  1. Riportare in alto nome, marca, modello e codice del prodotto.
  2. Indicare la disponibilità del prodotto. Se un prodotto non è disponibile, meglio indicarlo prima e non deludere l’utente nei passaggi successivi del processo d’acquisto.
  3. Inserire foto di alta qualità e grandi dimensioni, così da rendere visibile il prodotto da diverse angolazioni e nei minimi dettagli tramite la funzionalità dello zoom o della rotazione a 360°. Non potendo vedere e toccare il prodotto, le immagini giocano un ruolo fondamentale nel catturare l’attenzione dell’utente e influenzarne la decisione d’acquisto, ecco perché non vanno trascurate.
  4. Non limitarsi alla pura e semplice descrizione delle caratteristiche tecniche e del funzionamento del prodotto, ma costruire una storia intorno al prodotto, scrivere un testo chiaro, unico, esaustivo, piacevole da leggere, persuasivo e accattivante, che metta ben in evidenza i vantaggi e le emozioni derivanti dal possesso del prodotto stesso. In caso di necessità, servirsi di un elenco puntato per rendere il testo maggiormente leggibile e usare il grassetto in corrispondenza delle parole o degli elementi su cui si intende focalizzare l’attenzione.
  5. Ottimizzare sia il codice html della pagina con Title, H1 e meta description, sia il testo visibile agli utenti con la descrizione del prodotto, utilizzando parole chiave selezionate accuratamente tra quelle più cercate dagli utenti. Tale lavoro consentirà di migliorare il posizionamento di ciascuna pagina del sito sui motori di ricerca.
  6. Indicare il prezzo (intero, scontato e percentuale di sconto applicata).
  7. Inserire elementi di rassicurazione per conquistare la fiducia dell’acquirente (contatti, informazioni sulla sicurezza del pagamento, sui resi e le eventuali spese di spedizione…).
  8. Rendere facilmente visibile il bottone con la call to action (“Aggiungi al carrello” o “Compra ora”), conferendogli dimensioni adeguate e risaltandolo con un colore contrastante.
  9. Riservare uno spazio per i voti e le recensioni degli acquirenti. Conoscere il giudizio sotto forma di rating o di commento da parte di chi ha già acquistato un articolo è fondamentale per chi si appresta a farlo. E non solo relativamente a taglie, vestibilità e bontà del prodotto, ma anche per quel che riguarda l’affidabilità del sito dal quale si intende acquistare. Secondo un’indagine compiuta da com, infatti, le schede prodotto che contengono le recensioni degli acquirenti hanno un tasso di conversione più alto del 12,5% rispetto a quelle che ne sono prive.
  10. Inserire un collegamento ai prodotti correlati. Affiancare alla ricerca effettuata dall’utente prodotti simili, da abbinare a quello visualizzato o acquistati insieme da altri utenti permette infatti di incrementare le possibilità di guadagno.