E-commerce Trends

di C. Vaccaro e A. Coletta

Un blog curato a quattro mani da Claudio Vaccaro, co-fondatore e ceo della digital agency BizUp, e Angelo Coletta, fondatore e ceo di BookingShow e MerchandisingPlaza. Dall'incontro delle due aziende è nata la joint venture UpCommerce, l'e-commerce in full outsourcing multilingua

eCommerce: come aumentare le vendite durante i saldi

Quando si parla di vendite online, si sa, ogni periodo dell’anno è buono per solleticare gli utenti con offerte speciali, svuotare il magazzino e far girare gli affari.

In caso di dubbi sul periodo migliore per mettere in atto politiche di sconto e iniziative speciali per i propri acquirenti, i saldi rappresentano un appuntamento imperdibile che gli online retailer possono sfruttare per aumentare le vendite e smaltire i prodotti invenduti prima di dare inizio alla nuova stagione.

Secondo quanto dichiarato da Valentina Pontiggia, ricercatrice dell’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano, l’online offre un vantaggio competitivo sul prezzo dei prodotti di gran lunga superiore rispetto ai negozi tradizionali.

Quando si parla di shopping online, insomma, il prezzo è il primo driver delle vendite e il fattore principale per cui gli acquirenti preferiscono rivolgersi ai negozi virtuali per i propri acquisti.

Vediamo allora in che modo gli online retailer possono sfruttare i saldi per far lievitare le vendite e accrescere il proprio business:

  • Promozioni speciali per gli iscritti. A saldi iniziati, l’imposizione di ulteriori sconti (anche del 5-10%) limitati nel tempo e riservati agli iscritti alla newsletter può essere un importante incentivo all’acquisto. Provare per credere.
  • Spedizione gratuita. Nel caso in cui un eCommerce preveda per tutti gli altri mesi dell’anno il pagamento delle spese di spedizione per l’invio dei prodotti acquistati, sollevare gli acquirenti da questo ‘peso’ in periodo di saldi può essere interpretato come un ulteriore ribassamento del prezzo del/i prodotto/i acquistato/i.
  • Sfruttare il retargeting sui social network e la rete display. Nel caso in cui un utente abbia consultato il catalogo online di un eCommerce senza aver finalizzato l’acquisto, attivando una campagna di retargeting potrà visualizzare annunci pubblicitari legati proprio ai prodotti che ha visualizzato. Gli annunci potranno comparire negli spazi riservati alle inserzioni pubblicitarie su Facebook e su siti terzi. Il retargeting è una forma di pubblicità online dal forte impatto in quanto veicola un messaggio mirato, indirizzato solo agli utenti che hanno già visitato i prodotti del sito e che quindi sono più propensi a concludere l’acquisto.
  • Osare con le percentuali di sconto. Pur badando bene a garantirsi sempre un certo margine di guadagno sulla vendita dei prodotti, non bisogna aver paura di osare con gli sconti. Applicare ribassi oltre il 50% su alcuni prodotti della collezione estiva può solleticare notevolmente l’appetito di consumatori in cerca di occasioni irripetibili.
  • Attivare delle campagne Google Shopping integrate con quelle sulla rete di ricerca e display di AdWords, così da guadagnare visibilità e accrescere il numero di potenziali acquirenti per ogni singola ricerca.
  • Creare una categoria all’interno del sito interamente dedicata ai saldi e ottimizzata dal punto di vista SEO per ottenere un buon riscontro in termini di posizionamento organico sui motori di ricerca. Per quanto riguarda questo punto in particolare, è importante provvedere all’aggiornamento e all’ottimizzazione della categoria “Saldi” settimane prima del loro inizio, in quanto il raggiungimento di un posizionamento organico ottimale per parole chiave così competitive richiede un processo lungo e delicato.

Al netto di tutto questo ci sono poi le regole “base” di un buon sito eCommerce, universali in quanto sempre valide nel tempo:

  • garantire una buona esperienza di navigazione;
  • inserire più fotografie di qualità per uno stesso prodotto;
  • fare in modo che il processo d’acquisto sia veloce e poco articolato;
  • prevedere un afflusso di traffico superiore alla media in tempo di saldi e predisporre il sito in maniera tale che la velocità di caricamento delle pagine e la navigazione degli utenti non ne risentano;
  • fornire informazioni chiare su tempi, costi e modalità di spedizione, sul servizio di reso, sulle modalità e sulla sicurezza dei pagamenti.