Mondo Native

di Carmelo Noto

Carmelo Noto ha iniziato la sua carriera in ambito informatico con il ruolo di sistemista Apple. Dopo aver assunto ruoli più orientati alla consulenza e alla vendita di servizi, dal 2005 si dedica alla vendita del mezzo pubblicitario digitale in aziende come tg|adv (Gruppo Trilud) e LeonardoAdv (Gruppo Triboo). Attualmente ricopre il ruolo di Country Manager Italy presso Outbrain, piattaforma premium di Discovery

Sapevi che esiste un tipo di contenuto video per ogni obiettivo di marketing? [Seconda parte]

Nel precedente post, abbiamo iniziato a spiegare perché il video è così fondamentale nella costruzione della strategia digitale e abbiamo cominciato a esaminare le diverse tipologie finalizzate al raggiungimento di diversi e specifici obiettivi di business (leggi qui il post precedente).

Dopo aver introdotto e approfondito le tipologie di “educativi”, “esplicativi” e “di prodotto”, passiamo ad altri tre esempi.

Video corporativo (storytelling aziendale)

L’obiettivo dei video che raccontano la storia aziendale è mostrare alle persone la magia dietro al prodotto: l’azienda che lo rende possibile. Ogni organizzazione è composta da individui che hanno personalità distinte, valori, missioni e una visione che sostiene la loro cultura.

In un video aziendale, vengono mostrati e condivisi questi elementi con i potenziali clienti.

Le persone amano creare empatia e i filmati di tipo corporate rendono facile entrare in contatto con il lato umano della tua azienda. Per questo motivo, sono perfetti per incrementare l’engagement, dato che si connettono con il lato emotivo degli spettatori incrementando l’awareness e la fiducia verso il tuo brand.

Grant Associates, Landscape Architects – Overview Film from Grant Associates on Vimeo.

Come per il video di prodotto, questo tipo di filmati funziona meglio nella fase decisionale del processo d’acquisto. Costruiscono un legame con il tuo brand, fattore estremamente importante per aiutare i potenziali clienti a prendere la decisione finale d’acquisto.

Video con le domande più frequenti

Invece di elencare le domande più frequenti dei tuoi clienti, un video ti consente di raccogliere i dubbi più ricorrenti utilizzando un formato audiovisivo. Il beneficio è che permetterà al cliente di risolvere le perplessità più frequenti, senza la necessità di contattare un rappresentante vendite.

In questo modo, si facilita il processo d’acquisto dato che i potenziali acquirenti possiedono più dettagli e arrivano al momento dell’acquisto più informati.

💡Consiglio: un video di questo genere può essere suddiviso in diversi mini filmati, distribuiti tramite e-mail marketing o una serie di post sui social media. Puoi anche creare una playlist su YouTube.

Video testimonial

Quando si tratta di prendere una decisione d’acquisto, la gente ama ascoltare le opinioni degli altri clienti. Perché? Perché sono percepiti come imparziali e le persone possono identificarsi con loro. Il bello dei video testimonial è che l’85% dei consumatori si fida delle recensioni online tanto quanto delle raccomandazioni personali.

Al contrario di altri tipi di testimonianze, un video testimonial è uno strumento trasparente, che migliora la fiducia degli utenti verso il brand, dato che vedere altri utenti davanti alla videocamera parlare della loro esperienza personale con il tuo prodotto/servizio è considerata una fonte più attendibile di informazioni.

Le testimonianze dei clienti sono fantastiche nella fase decisionale del processo d’acquisto! In questa fase, i potenziali clienti cercheranno i referral mentre iniziano il processo di decisione tra i diversi prodotti disponibili che possono risolvere il loro problema.

Nel prossimo articolo, analizzeremo le ultime tre tipologie di video da quelli “How-to” a quelli per i social e agli spot pubblicitari, chiudendo la nostra analisi al riguardo. Stay tuned!