Mondo Native

di Alberto Mari

I "tips&tricks" di Alberto Mari, country manager di Outbrain Italia, per creare engagement e raggiungere nuovi utenti con il content marketing

Content marketing in ambito Travel: ecco i dati emersi dalla nostra ricerca

Il travel è un settore particolarmente attivo nel content marketing: quale strategia migliore per favorire una decisione d’acquisto che non raccontare uno storytelling efficace sull’esperienza di viaggio?

Dagli itinerari più interessanti alle particolarità culturali, dalle destinazioni per la famiglia fino ai percorsi per gli sportivi, i contenuti sono ancora una volta lo strumento migliore per parlare a diversi tipi di audience. A seconda che il target sia costituito da famiglie, single, giovani coppie o altro ancora, esisterà sempre il contenuto giusto per raccontare l’esperienza di viaggio migliore.

Per comprendere meglio come si muove l’audience su questo tipo di contenuti, in Outbrain abbiamo fatto un’analisi su 12.700 contenuti diversi, in italiano, all’interno del nostro network. Durante il mese di febbraio 2015 abbiamo analizzato il comportamento degli utenti, esaminando un totale di oltre 3.3 milioni di visitatori unici, sia da desktop che da tablet e mobile. Quello che è emerso sono alcuni comportamenti particolarmente interessanti che ogni operatore travel dovrebbe tenere in considerazione nel momento in cui pianifica una strategia di comunicazione.

Considerando la stagionalità dell’analisi (febbraio, mese particolarmente freddo e piovoso in Italia) non stupisce che complessivamente le keyword relative all’acqua (mare, lago, spiagge) abbiano riscontrato un buon successo. Al contrario, i titoli dedicati ai viaggi per la famiglia hanno registrato l’engagement più basso.

La prima keyword in assoluto, se si escludono auto e ristorante che confluiscano anche in categorie diverse dal travel, è montagna, e la ragione risiede ancora una volta dal periodo preso in esame. Le cinque mete più popolari sono risultate in ordine decrescente: Giappone, Australia, Svizzera, Cina, Caraibi. Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, invece, la classifica presenta, senza grosse sorprese, in primo luogo l’auto, a seguire l’aereo e infine il treno.

L’engagement varia molto a seconda della regione: ai primi posti troviamo Valle d’Aosta, Lombardia, Liguria, Toscana e Lazio. Agli ultimi posti invece Friuli Venezia Giulia, Campania, Puglia, Basilicata e Sicilia. Questa distribuzione tuttavia varia molto a seconda del tema preso in esame: quando si parla di alloggio, al primo posto per interesse troviamo i consumatori residenti in Valle D’Aosta, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Puglia. D’altra parte gli utenti residenti in Sardegna, Marche e Friuli Venezia Giulia sono più interessati della media alle linee aeree. Ancora, gli aspetti economici della vacanza sono un tema più rilevante al Sud, in particolare in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Per finire, le destinazioni dedicate alla famiglia appaiono più interessanti per gli utenti residenti in Trentino, Toscana, Abruzzo, Sardegna e Campania.

E’ possibile intercettare più facilmente i consumatori interessati al travel all’interno di alcune categorie rispetto ad altre. Chi sta leggendo un contenuto legato ai motori, alla navigazione o alla cura del cancro è più incline della media a cliccare su un contenuto travel. Al contrario, si è registrato un risultato inferiore alla media dagli utenti che fruiscono di contenuti relativi a musica, giardinaggio e alimentazione.

In generale l’audience travel mostra comportamenti di consumo dei contenuti peculiari.

  • Chi consuma contenuti viaggio è maggiormente incline a visitare contenuti relativi ad architettura, attività all’aperto, immobiliari, ai prestiti e al golf.
  • L’audience travel mostra una predilezione per la navigazione da desktop rispetto al mobile, con una percentuale superiore alla media.
  • L’uso del tablet è particolarmente diffuso e nei consumatori travel più attivi, smarphone e tablet sono utilizzati in pari quantità.

Infine, è interessante sottolineare come il consumo di contenuti relativi ai viaggi raggiunga il picco a mezzogiorno, diversamente dalla media dei contenuti che registra il suo massimo nelle ore serali.

Per maggiori informazioni su questa ricerca, contatta Outbrain Italia!

Metodologia:

Obiettivo del report è offrire insight relativi ai contenuti travel, tra cui i modelli di engagement e le caratteristiche dell’audience.

I dati sono stati raccolti tra il 1 e il 28 Febbraio 2015

Il campione include 12.700 contenuti travel, visualizzati all’interno del network Outbrain nel periodo di tempo considerato

L’audience analizzata è composta da 3.312.346 visitatori unici sul campione di contenuti. Il 55% proveniente da desktop, il 34% da smartphone e l’11% da tablet.

L’analisi è stata effettuata misurando l’engagement del campione verso le raccomandazioni di contenuto, rispetto all’engagement sul totale delle raccomandazioni di contenuto Outbrain, oltre ai comportamenti generali di consumo dei contenuti di questa particolare audience analizzata nel suo complesso e suddivisa in vari segmenti.