DigitalChina

di Riccardo Porta

Con una sua identità in rete dal 1994, è Digital Marketing strategist per MyBank. Per anni nel consiglio di amministrazione di Netcomm se non lo trovi connesso starà facendo certamente qualche sport estremo. Per noi parlerà di Cina e digitale

Alipay anche in Italia

I sistemi di pagamento o le piattaforme di pagamento, per chi fa e-commerce, sono diventate, negli anni, sempre più una commodity. Deciso l’acquisto, per il venditore e l’acquirente abituale, il pagare online con carta di credito (eccetto quel 13% che ancora “non si fida”) è una operazione tutto sommato banale. Che sia Paypal, GestPay, X-Pay o vattelapesca, portare a termine il famoso “customer journey” non è più una impresa.

Già.

Dal momento però che il mercato cross-border è destinato a crescere, ci si dovrebbe cominciare a chiedere se la soluzione di pagamento adottata può funzionare anche al di fuori del bel Paese.

Detto che non è necessario rendere disponibili tutti i possibili metodi di pagamento e che la migliore strategia è quella di offrire solamente quelli più comunemente utilizzati, qui parliamo di Cina.
E, in Cina, è Alipay a farla da padrone (azienda del gruppo Alibaba).
Traducendo in numeri, con Alipay vengono realizzate più di 100 milioni di transazioni al giorno, tra 800 milioni di correntisti e oltre 500 mila venditori online. (source: Alipay company data)
Secondo uno sondaggio di China IntelliConsulting Corp., il 77.4% dei consumatori cinesi sceglierebbero Alipay per il loro acquisti online, mentre l’88.3% considera un sito il cui sistema di pagamento è implementato con Alipay più affidabile e sicuro.

Se vogliamo quindi raggiungere i cinesi e non interporre alcuna barriera linguistico/culturale/tecnologica… dobbiamo usare uno dei loro sistemi abituali di pagamento. E Alipay detiene il 49.2% del mercato.

(Fonte: iResearch)

La soluzione offerta alle aziende internazionali per raggiungere i consumatori cinesi è chiamata “Alipay e-Pass” e combina pagamenti, logistica e marketing. Un servizio a tutto tondo.

Anche se il servizio e-Pass non è ancora stata implementato per l’Italia (per ora infatti è aperto solo agli USA), i merchant possono utilizzare invece il disponibile  “Cross border payment” sia da desktop che da dispositivi mobili che converte in tempo reale i pagamenti in Yuan di beni acquistati online in Euro. E non è una cosa da poco!

Alipay è l’unico sistema di pagamento cinese ad aver ottenuto la licenza per effettuare operazioni di pagamento online tra RMB/Yuan e 12 valute estere anche da mobile.

I vantaggi?

Il sistema consente di:

  • vendere ai consumatori cinesi senza esser presenti in Cina;
  • accedere al mercato cinese tramite un terminale stabile e sicuro;
  • evitare l’apertura di un conto bancario cinese;
  • limitare l’esposizione finanziaria dettata dalle variazioni di tasso di cambio;

Quando si parla di Cina a un imprenditore sono fondamentalmente due i pensieri che gli passano per la testa e riguardano le incredibili opportunità e le difficoltà linguistiche/culturali. In questo caso, per chi fosse interessato ad Alipay e volesse una interfaccia in italiano… si mette a disposizione la Camera di Commercio Italo Cinese di Milano. Una grande facilitazione. Ti consiglio di contattarli.
Come diceva Renzo Arbore: “Mediate Gente, meditate”…