Zalando, le strategie: app in arrivo in Italia entro l’estate. Campagna a supporto

L’adv per il lancio è in definizione: il focus sarà sull’online. Allo studio anche l’utilizzo di nuovi mezzi per l’azienda, come la radio. Intanto, si lavora già sulla prossima stagione moda. Confermati i partner Maxus e Jung von Matt

di Teresa Nappi
12 maggio 2014
Zalando - App in estate

Inizio 2014 in rialzo per Zalando. La piattaforma europea online leader nel settore moda, ha registrato infatti un buon inizio d’anno con ricavi che hanno raggiunto quota 501 milioni di euro, vale a dire un aumento del 35% rispetto al primo trimestre 2013 (Q1/2013: 372 milioni di euro), nonostante le avverse condizioni meteo.

I ricavi all’interno dell’area DACH (Germania, Austria, Svizzera) sono aumentati del 27% raggiungendo 284 milioni di euro (Q1/2013: 223 milioni di euro), mentre il margine EBIT del gruppo ha registrato un significativo miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pur rimanendo negativo nel primo trimestre 2014 a causa della stagionalità e dei continui investimenti.

Il miglioramento è stato principalmente trainato da una maggiore produttività lungo la catena del valore, una migliore efficienza nel marketing e un buon inizio della stagione primavera/estate.

Giuseppe Tamola

Rispetto all’andamento dell’e-commerce, Giuseppe Tamola, country manager per Italia e Spagna di Zalando, ha spiegato a Engage: «Negli ultimi mesi la soddisfazione del cliente è stata il nostro principale focus e abbiamo lavorato in questa direzione su più fronti, dal rendere più efficiente la distribuzione alle innovazioni della piattaforma. Questo lavoro è stato sicuramente il drive principale e i risultati si sono visti anche a livello globale. Abbiamo registrato globalmente 13,5 milioni di clienti attivi nel primo trimestre dell’anno contro i 10,3 nello stesso periodo dell’anno precedente. Questi risultati hanno consentito una maggiore efficienza negli investimenti marketing. La comunicazione resta comunque un fattore importante per Zalando anche se, come da sempre sosteniamo, più che l’aspetto quantitativo ci interessa l’aspetto qualitativo, e in particolare il saper proporre il giusto marketing mix attraverso i vari canali».

Rispetto al budget in comunicazione stanziato dalla piattaforma in Italia, Tamola non si sbilancia: «L’Italia è un mercato con un enorme potenziale, continueremo dunque a investire sia in quella che possiamo definire “educazione” del cliente sia nei servizi aggiuntivi. Non possiamo purtroppo commentare i budget specifici».

La pubblicazione dei risultati raggiunti nel primo quarter del 2014 è stata anche l’occasione per chiedere a Tamola qualche anticipazione rispetto alle prossime iniziative della piattaforma, soprattutto in termini di comunicazione: «Verso l’estate sarà disponibile anche in Italia l’app di Zalando. Sarà un momento importante per esplorare vie di comunicazione alternative anche nel settore mobile. A questo importante lancio nel nostro Paese, dedicheremo una campagna che si focalizzerà principalmente sull’online. Tutto però – precisa il manager – è ancora in definizione e non escludiamo comunque di poter affiancare al web altri tipi di comunicazione. Stiamo, per esempio, effettuando dei test con la radio e questa potrebbe essere una valida opzione per il futuro, anche per l’app stessa».

Intanto in Zalando si pensa già al post-estate e alla nuova stagione moda: «Nel futuro continueremo a lavorare utilizzando congiuntamente nuovi mezzi di comunicazione uniti a mezzi più tradizionali (tv, stampa, outdoor, ndr). Dopo l’estate stiamo valutando di utilizzare mezzi tradizionali che a oggi non abbiamo ancora esplorato, come la radio appunto, ma è presto per parlare di piani concreti. Al momento stiamo vagliando ogni opzione possibile e non siamo giunti a nessuna decisione definitiva. Quel che è certo è che con la nuova stagione moda rinfrescheremo la nostra comunicazione, come facciamo con l’inizio di ogni stagione. Per la parte di media acquisition continueremo a lavorare con Maxus, e con Jung von Matt per quanto riguarda la parte creativa», conclude il Tamola.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.