Winni’s affida il planning & buying a The Media Lab e diversifica la strategia adv

Con un presidio costante della tv a cui si aggiungono stampa e, da quest’anno, internet e radio, il brand di detersivi “green” punta a un target “contemporaneo” e attento alle tematiche ambientali. Budget vicino ai 5 milioni di euro annui

di Simone Freddi
19 giugno 2019
winnis-gamma

Ci sono diverse novità sul fronte pubblicitario per Winni’s. Il brand, leader nel settore dei detersivi ecologici, da quest’anno ha una nuova agenzia media di riferimento, ossia The Media Lab, e ha intrapreso una decisa diversificazione della strategia di comunicazione, aggiungendo alla tradizionale presenza televisiva (e su stampa) campagne su internet e radio.

Questo nuovo approccio è in linea con l’evoluzione dei comportamenti mediatici degli italiani e traduce anche una forte attenzione verso le generazioni di “millennials”, presso cui i valori del brand (ecologia e qualità al giusto prezzo) fanno ampiamente breccia, come ha dimostrato una ricerca commissionata dal brand a Nextplora e presentata mercoledì a Milano.

E’ infatti tra le persone che oggi hanno tra 18 e 44 anni che si trova il miglior livello di conoscenza e utilizzo dei detersivi ecologici. Secondo lo studio, quello dei detergenti ecocompatibili è un settore dal futuro roseo, o meglio “verde”: indagando i fattori che influenzeranno di più i comportamenti d’acquisto nel settore delle pulizie tra 10 anni, infatti, l’istituto di ricerca guidato da Andrea Giovenali ha infatti trovato che ai primi due posti ci saranno rispetto dell’ambiente ed ecologia del prodotto, superando addirittura fattori come efficacia e profumazione.

La ricerca è stata realizzata nell’ambito delle iniziative ideate per celebrare i 10 anni del brand, festeggiati con una serie di eventi sul territorio (negli scorsi giorni in Stazione Centrale a Milano è stato realizzato “un futuro pulito”, il “brainstorming più verde del Pianeta”) e sui punti di vendita.

Winnis-presentazione
Un momento della presentazione

Alle iniziative di marketing, sul fronte comunicazione si affianca un’attività pubblicitaria continuativa per affermare i valori di riferimento per la marca: proporre prodotti ecosostenibili e al tempo stesso con livelli di efficacia da leader, senza costare di più.

Come ci ha raccontato Cristian Versari, Coordinatore Marketing della Madel S.p.A. cui fa capo Winni’s, da quest’anno il brand lavora con The Media Lab, che fa parte del Gruppo Fosbury ADV (con cui a sua volta il brand collabora sul fronte eventi), per la pianificazione e l’acquisto sui media degli spazi pubblicitari, per un investimento annuale non distante dai 5 milioni di euro.

All’attività continuativa in televisione, dove l’azienda è presente 9 mesi all’anno con i suoi spot, e alla campagna stampa, Winni’s nel 2019 ha aggiunto la radio e internet, mezzo quest’ultimo che viene presidiato tra febbraio e dicembre, anche attraverso campagne in programmatico.

La quota di internet sulla spesa totale è di poco inferiore al 10%.

Non cambia, invece, la strategia sul fronte della creatività, che viene sviluppata internamente con il supporto di direttori creativi esterni, ma senza un’agenzia di riferimento. Ciò vale sia per le campagne internet e radio, sia per la tv, dove peraltro sono attese a breve novità: l’attuale format (sotto: uno spot recente per la linea Winni’s Naturel) è infatti giunto al termine del suo ciclo di vita biennale e la nuova creatività è già in cantiere.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.