Verti, il lancio dal 4 marzo con Pink Lab, Omni@, H-Farm e budget di 4 milioni

La compagnia nata dal rebranding di Direct Line si posiziona sul mercato come l’assicurazione dei #p1onieri. Al digital advertising va il 40% dell’investimento

di Andrea Salvadori
15 febbraio 2018
MARCO-BUCCIGROSSI-ALDi
Marco Buccigrossi

Verti si appresta a debuttare sul mercato italiano con una campagna multimediale e un investimento pubblicitario 2018 pari a 4 milioni di euro.

Logo-VERTI

L’azienda raccoglie in Italia l’eredità di Direct Line, il celebre brand del telefono rosso, il cui avvento aveva segnato una nuova era nel mercato delle assicurazioni italiane attraverso servizi diretti e tariffe competitive, dopo l’acquisizione nel 2015 di Direct Line Group da parte della multinazionale spagnola Mapfre.

Il rebranding sarà dunque effettivo dal prossimo 1 marzo e, per comunicarlo al pubblico, Verti sarà on air da domenica 4 marzo  in televisione e sul digital con lo spot pubblicitario caratterizzato dal claim “L’assicurazione dei #p1onieri”. La campagna, spiega Marco Buccigrossi, Business Director di Verti, «vuole infatti mettere in luce come il reabrand sia un passaggio di testimone tra pionieri, che segna la nascita di una nuova compagnia assicurativa sempre al passo con i tempi. Verti si pone sul mercato come l’assicurazione innovativa e strettamente improntata sul digitale, con soluzioni semplici e immediate create da e per i #p1onieri, i primi a vedere ciò che gli altri non vedono».

Il filmato, aggiunge il manager, «avrà un taglio istituzionale, sarà una sorta di Manifesto dei valori di Verti. In seguito prenderà il via anche un secondo commercial dedicato ai nostri prodotti, dalla polizze auto e moto, ai contratti per la casa, un’area di business quest’ultima su cui intendiamo investire di più rispetto al passato».

La campagna pubblicitaria è stata realizzata dall’Ideas Company Pink Lab, agenzia con cui Direct Line già collaborava e che ora ha ampliato il suo rapporto con l’azienda, mentre Omni@ si occupa del media offline (la centrale è stata selezionata alla fine dello scorso anno dopo una gara) e la confermata H-Farm del media online.

«Il 2018 segna il ritorno del gruppo al livello di investimenti pubblicitari di qualche anno fa», aggiunge Marco Buccigrossi. «Quest’anno il budget sarà di circa 4 milioni di euro, di cui il 40% destinato all’online». Sul digital l’azienda lavora soprattutto con campagne a performance e, in occasione del rebrandigng, ha pianificato anche una videostrategy. Parte degli investimenti sono quindi riservati alle piattaforme social.

Una delle prime operazioni di marketing di Verti riguarda il lancio del Verti Music Place, l’auditorium presente nella sede di Radio Italia di Cologno Monzese, nei pressi di Milano (dove si sono svolti negli ultimi 17 anni oltre 700 concerti dei più importanti artisti del panorama musicale italiano), che da oggi prende il nome del brand. «Un’operazione importante per Verti, perché la musica è il territorio ideale per comunicare i valori della marca».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.