Triboo Media: ufficiale l’ingresso di Massimiliano Valente nel C.d.A.

La nomina è stata approvata martedì nel corso dell’assemblea degli azionisti. L’a.d. di Gruppo HTML, acquisito da Triboo Media a fine giugno, sarà consigliere con delega al settore editoriale

di Simone Freddi
23 luglio 2014
Massimiliano Valente
Massimiliano Valente

Ora è ufficiale l’ingresso di Massimiliano Valente nel board di Triboo Media. Il Consiglio di Amministrazione della società fondata da Giulio Corno e Alberto Zilli, riunito martedì, ha infatti approvato la nomina di Valente quale suo componente con delega al settore editoriale, in sostituzione del consigliere dimissionario, per ragioni personali, Lorenzo Cocco.

L’operazione si inserisce nel quadro dell’acquisizione di Gruppo HTML, società di cui Valente è fondatore e amministratore delegato, da parte di Triboo Media, finalizzata a fine giugno.

Prosegue quindi il percorso di integrazione dei due gruppi editoriali, che a livello operativo si concluderà nei primi mesi del 2015. Per quanto riguarda, in particolare, il rapporto tra le rispettive concessionarie di pubblicità TAG Advertising (Gruppo HTML) e LeonardoADV (Triboo Media), nella restante parte di quest’anno le attività delle due società rimarranno completamente autonome e indipendenti, mantenendo politiche e strategie commerciali distinte, per poi intraprendere, a partire dal prossimo anno, un percorso di messa a fattor comune delle rispettive competenze e know how.

Alberto Zilli e Giulio Corno

Nel corso del C.d.A. di martedì, inoltre, sono stati approvati il Piano di Stock Options 2014-2016 riservato agli amministratori di Triboo Media e delle sue controllate e il Piano di Stock Grant 2014-2016 riservato a coloro che sono alle dipendenze della Società o delle sue controllate. Contestualmente, l’Assemblea ha approvato le proposte di aumento di capitale, con esclusione del diritto di opzione, funzionali all’attuazione dei due piani di incentivazione, dando delega al Consiglio di Amministrazione di individuare i destinatari dei Piani.

In particolare, per il Piano di Stock Options 2014-2016 è previsto un aumento di capitale sociale a pagamento in via scindibile, da eseguirsi entro il termine ultimo del 31 dicembre 2017, per un importo massimo complessivo pari a euro 50.000, mediante emissione di massime 50.000 azioni ordinarie prive di valore nominale, riservato ai beneficiari del piano.

Per il Piano di Stock Grant 2014-2016, invece, è previsto un aumento di capitale, in via gratuito e scindibile, da eseguirsi entro il termine ultime del 31 dicembre 2017, per un importo pari a massimi euro 58.000, mediante l’emissione di n. 58.000 azioni ordinarie, prive di valore nominale, aventi le medesime caratteristiche di quelle in circolazione, da assegnare ai beneficiari del piano.

Al fine di sostenere la crescita del rendimento di medio-lungo termine del Gruppo e la creazione di valore, nonché di allineare gli obiettivi dei beneficiari con quelli degli azionisti, l’attribuzione delle azioni è subordinata al raggiungimento di predeterminati obiettivi di rendimento.

 

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.