Sator (Matteo Arpe) chiede discontinuità per ePrice: «La strategia “stand alone” non è più coerente»

Il fondo che fa capo al finanziere non esclude alcuna opzione per l’operatore ecommerce: l’acquisizione di altre realtà, l’aggregazione con altri operatori o la cessione di attività

di Andrea Salvadori
22 marzo 2019
Matteo Arpe
Matteo Arpe

“Discontinuità strategica”: è questa la richiesta avanzata da Matteo Arpe al management di ePrice, la società operativa nel mercato dell’ecommerce di cui il finanziere è uno dei principali azionisti.

Arepo BZ, veicolo indirettamente controllato da Sator Private Equity Fund,  titolare di 8.613.850 azioni ordinarie di ePrice rappresentative del 20,85% del capitale sociale (secondo azionista dopo il fondatore Paolo Ainio con il 22,8%), ha infatti reso noto di aver le proprie liste di candidati per la nomina del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale della società, posta all’ordine del giorno dell’assemblea ordinaria convocata per il giorno 16 aprile 2019.

La decisione di presentare queste liste risiede nel fatto che Sator ritiene necessaria per ePrice una discontinuità strategica. In particolare, si legge nella nota stampa, si identifica come prioritaria per ePrice la ricerca di soluzioni di crescita esterna, in Italia e all’estero, non escludendo alcuna opzione, ovvero l’acquisizione di altre realtà, l’aggregazione con altri operatori o la cessione di attività. La strategia “stand alone” non appare per Dator più coerente con lo sviluppo del mercato di riferimento.

ePrice è quotata in Borsa Italiana sul listino AIM. Nell’ultimo anno il titolo (segui qui le contrattazioni) ha perso il 37,50% del valore. Nel 2018 la società ha chiuso con ricavi pari a 164,4 milioni, in calo del 12,2%, e con un risultato netto negativo per 14,6 milioni di euro, in miglioramento rispetto al rosso di 24,7 milioni del 2017.

Della lista per il nuovo consiglio presentata da Arepo BZ fanno parte Moshe Sade Barr, indicato come potenziale presidente, Francesca Sabatini, Francesca Luchi, Serenella Rossano, Giorgio Gabrielli, Mariano Carozzi e Giacomo Garbuglia. La lista per il rinnovo del collegio sindacale è invece composta da Giorgio Amato (presidente e sindaco effettivo), Francesca Marchiori (sindaco effettivo) e Sonia Ferrero (sindaco supplente).

Schermata 2019-03-22 alle 12.02.34

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.