Nozomi Networks raccoglie altri 30 milioni di dollari

La startup fondata Andrea Carcano e Moreno Carullo, e guidata dal Ceo Edgard Capdevielle, è operativa nel mercato della cybersecurity industriale

di Lorenzo Mosciatti
27 settembre 2018
Edgard Capdevielle
Edgard Capdevielle

Nozomi Networks è una startup nata nel 2013 su iniziativa di due giovani italiani, Andrea Carcano e Moreno Carullo. Ed è operativa nel mercato della cybersecurity industriale grazie ad una soluzione di real-time visibility in grado di difendere gli impianti e le infrastrutture industriali.

Con un’unica soluzione Nozomi garantisce ai propri clienti sicurezza informatica avanzata, maggiore affidabilità operativa e facile integrazione IT/OT. Grazie ad un innovativo utilizzo di Artificial Intelligence, l’azienda aiuta infatti i più grandi siti industriali di tutto il mondo a monitorare e proteggere le loro installazioni industriali. Nozomi supporta oltre un quarto di milione di dispositivi nei settori delle infrastrutture critiche, dell’energia, manifatturiero, minerario, dei trasporti e delle utility, consentendo di affrontare i crescenti rischi informatici verso le reti operative.

A credere e supportare dall’inizio la start-up è stato Giovanni Canetta Roeder, Ceo di Planven Investments SA, investitore attivo nelle aziende hi-tech e innovative che nel 2015 ha deciso di investire nel seed round di Nozomi Networks. Decisione supportata e avvalorata dall’interesse e dai feedback positivi di un interlocutore coinvolto da Planven, Enel. Il colosso energetico e Nozomi continuano tutt’oggi a collaborare allo sviluppo di nuove funzioni, condividendo know-how ed esplorando soluzioni per la messa in sicurezza delle reti di controllo degli impianti di produzione e di distribuzione di energia.

Al seed round è seguito nel 2016 un round A, che ha aperto a Nozomi le porte della Silicon Valley, grazie all’investimento di due venture capital, GGV Capital e Lux Capital, e al contestuale avvio di gestione del nuovo Ceo, Edgard Capdevielle. Nel gennaio 2018 la società ha chiuso un round B, guidato da Invenergy Future Fund con la partecipazione di GGV Capital, Lux Capital, Planven Investments e THI Investments.

Oggi, a pochi mesi di distanza dall’ultimo round, Nozomi chiude un nuovo round, C, raccogliendo 30 milioni di dollari, con un totale di 54 milioni nel corso dei tre round.

“Il sostegno di tutti gli investitori precedenti a così poca distanza dal precedente round è un’enorme conferma che il tempo per Nozomi Networks è ora”, commenta Edgard Capdevielle. “Il 2018 è stato un anno di grande attenzione per le vulnerabilità industriali, il 2019 sarà l’anno in cui il settore intraprenderà maggiori azioni per proteggere le infrastrutture critiche del mondo”.

“La fiducia mostrata ancora una volta dai nostri investitori è una conferma di quanto fatto fino ad oggi. Questo ci da ulteriore motivazione nel continuare a migliorare e a proporre soluzioni avanzate per aiutare i nostri clienti”, aggiunge Andrea Carcano.

“Dal nostro investimento iniziale nella società siamo diventati sempre più entusiasti di questo mercato e della capacità del team di Nozomi Networks di creare un’azienda di enterprise software globale”, conclude Giovanni Canetta Roeder. “Nozomi Networks si trova in una posizione unica per affrontare le minacce di cybersecurity più avanzate dei propri clienti. È arrivato il momento di raddoppiare il nostro supporto a Nozomi Networks”.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.