MailUp, ricavi in crescita del 51% nel 2019

Giro d’affari di oltre 60,8 milioni di euro per la società guidata dall’a.d. Nazzareno Gorni

di Caterina Varpi
25 marzo 2020
Nazzareno Gorni
Nazzareno Gorni

MailUp ha chiuso il 2019 con ricavi complessivi consolidati per oltre 60,8 milioni di euro, mostrando un incremento di oltre 20 milioni ad oltre il +51% (+46% a parità di perimetro di consolidamento) rispetto al precedente esercizio.

L’Ebitda consolidato ammonta a circa 4,8 milioni, in crescita del 27% rispetto all’esercizio 2018, e rappresenta circa l’8% sul totale ricavi.

L’utile ante imposte di periodo è di oltre 1,8 milioni di euro, in calo del 5% rispetto al dato di pari periodo 2018, con ammortamenti per 2,9 milioni in crescita di oltre il 57%. L’utile netto consolidato è pari a 1,2 milioni, in calo dell’8% rispetto alla chiusura dell’esercizio precedente. La Posizione Finanziaria Netta consolidata al 31 dicembre 2019 presenta un ammontare negativo pari a 2,4 milioni, in diminuzione rispetto al saldo (sempre negativo) di 6,4 milioni al 31 dicembre 2018.

Il Consiglio di Amministrazione ha espresso soddisfazione per i risultati positivi dell’esercizio, anche alla luce della alta competitività del mercato di riferimento e del complesso contesto congiunturale, riporta il comunicato stampa.

L’andamento delle principali aree di business

Passando alle principali linee di business, il comparto Sms, per sua natura dinamico e volatile, nonché fortemente price-oriented, ha fatto registrare la crescita più elevata in valore assoluto con oltre 15,5 milioni di euro di maggiori ricavi consolidati (+57%) rispetto all’esercizio 2018, per un fatturato totale superiore a 42,7 milioni, grazie in particolare alla crescita dei volumi di Agile Telecom.

Il comparto email, il più stabile e consolidato all’interno del gruppo, ha registrato un incremento superiore al 18%, attestandosi a oltre 13,3 milioni di ricavi, grazie al contributo dell’editor Bee che è passato da 1,2 milioni a oltre 2,6 milioni di ricavi (+111%), proseguendo il proprio percorso di crescita, a conferma del favore crescente riscontrato presso i marketer statunitensi e a livello internazionale.

Positivo anche se ancora contenuto in valore assoluto il trend dei Professional Services, servizi consulenziali di customizzazione e formazione sulle piattaforme erogati su richiesta dei clienti, che ha fatto registrare un incremento percentuale di oltre il 69%. Si segnala inoltre la buona performance della nuova linea di business dei ricavi Predictive Marketing, pari a 2,3 milioni, generati da Datatrics B.V., la controllata olandese acquisita a fine 2018, coadiuvata da Datatrics S.r.l. a livello nazionale. I ricavi esteri ammontano a circa 28,8 milioni, in crescita sull’esercizio 2018 sia in valore assoluto (+79%) sia come incidenza complessiva (oltre 47% rispetto al precedente 46%).

I risultati della capogruppo

Per quanto riguarda la capogruppo, i risultati del 2019 confermano il trend positivo di crescita dei ricavi (+25%), che ammontano a oltre 18 milioni di euro. Sensibile l’incremento degli altri ricavi (+120%), legato alla crescita dei ricavi intercompany relativi alla ripartizione dei costi di staff centralizzati per tutto il Gruppo presso la controllante. L’Ebitda è in crescita a 2,1 milioni.

L’utile netto d’esercizio, pari oltre 2.1 milioni, registra un miglioramento del 183% rispetto all’esercizio precedente.

I commenti dei manager

Matteo Monfredini, fondatore e Presidente di MailUp Group, così commenta i risultati raggiunti: “Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti nel FY 2019, che confermano il contributo organico sia delle business unit più consolidate come MailUp e Agile Telecom sia di quelle più innovative come Bee e Datatrics verso la nostra visione di un Gruppo fondato su un mix di attività innovative, complementari e sinergiche. La crescita significativa di tutte le business unit procede di pari passo con la solidità patrimoniale ed un sano profilo di cassa. I dati di profittabilità riportati in bilancio sono influenzati da una serie di elementi (prima adozione dell’Ifrs 16, extra costi per Agile Telecom, modifica nella contabilizzazione di determinati costi della holding, primo consolidamento dei margini di startup di Datatrics) che li rendono difficilmente comparabili con quelli dell’esercizio precedente. A partire da novembre 2019 abbiamo iniziato a comunicare al mercato su base volontaria i risultati trimestrali, in allineamento con quanto previsto dalla migliore prassi di mercato nazionale ed internazionale, allo scopo di arricchire il nostro percorso di trasparenza e comunicazione con gli investitori, e i dati diffusi nel corso del 2020 risulteranno maggiormente comparabili.”

Nazzareno Gorni, fondatore e Amministratore Delegato di MailUp Group, dichiara: “Ringraziamo sentitamente tutto il team, in costante crescita ed evoluzione, per il continuo impegno e l’ottima performance. Innovazione, crescita, e sviluppo internazionale sono la chiave della nostra strategia di sviluppo nel settore delle Cloud Marketing Technologies, che vedrà il rafforzamento del nostro posizionamento competitivo attraverso l’ampliamento, l’integrazione e ottimizzazione dei diversi servizi nelle varie geografie dove il Gruppo opera. Ringraziamo altresì gli oltre 23.000 clienti, sia PMI che grandi imprese, che si sono affidati a noi in oltre 115 Paesi del mondo. Siamo impegnati nel fronteggiare il momento di crisi attuale cercando di minimizzarne l’impatto sulle nostre persone e sul nostro business. Riteniamo che la nostra organizzazione sia forte e resiliente e faremo tutto il possibile per mantenere una comunicazione costante e trasparente – a livello sia interno sia esterno – sui nostri prossimi passi.”

Micaela Cristina Capelli, Consigliere Esecutivo e Investor Relator, commenta: “Siamo molto soddisfatti della performance del titolo Mail nel corso del 2019, frutto degli eccellenti risultati, della costante attività di relazioni con la comunità finanziaria e del ciclo di roadshow internazionali iniziato nel 2018. Nell’intero 2019 il titolo di MailUp Group ha messo a segno una serie di nuovi massimi dell’anno e storici, posizionandosi tra le 10 società Aim che hanno registrato la migliore performance, con un incremento superiore al 100%, ed i volumi medi giornalieri sono più che raddoppiati rispetto all’esercizio precedente. Il trend positivo è proseguito anche all’inizio del 2020, interrotto solamente in corrispondenza della crisi dei mercati globali seguita alla diffusione della pandemia da Covid-19. Le nostre attività non vedono in ogni caso sostanziali interruzioni: in ambito IR dall’inizio dell’anno abbiamo già svolto tre investor day (Lugano, Francoforte e Roth Conference) sia in persona che con in teleconferenza. Nel breve termine, saremo presenti alla Virgilio Mid&Small Virtual dal 31 marzo al 2 aprile (15 incontri confermati alla data odierna), alla Small Cap Visioconférence dal 14 al 15 aprile e alla Virtual Aim Italia Conference 2020, il 25 maggio.”

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial