Istat: oltre il 98% delle aziende con almeno 10 dipendenti ha accesso a Internet

Cresce il numero di imprese connesse in Italia, ma restano ampi margini di miglioramento nella digital economy: è ancora sotto al 70% la quota di imprese che dispone di un sito web, e risulta stabile il ricorso al commercio elettronico

di Lorenzo Mosciatti
22 dicembre 2014
banda_larga-Generica

Nel 2014, il 98,2% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di una connessione a Internet (96,8% nel 2013) e il 95,0% delle imprese è connesso in banda larga fissa o mobile (94,8% nel 2013). Lo riferisce l’Istat, che spiega come l’utilizzo della banda larga mobile è in ulteriore crescita, coinvolgendo nel 2014 il 60,0% delle imprese contro il 49,8% nel 2013.

Se nel complesso è quindi in crescita il numero di imprese italiane connesse, la capacità di sfruttare tutte le opportunità della digital economy sembra avere ancora molti margini di crescita. Solo il 69,2% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di un sito web (dato che sale all’88,9% tra le imprese con almeno 250 addetti), ed è del 31,8 la percentuale di quelle che utilizza un social media (24,7% nel 2013).

Nel 2013 si è registrato addirittura un leggero calo il numero di aziende attive nel commercio elettronico: erano il 42,5%, contro il 44,4% del 2012. Aumentano le imprese che hanno venduto on-line i propri prodotti o servizi (da 7,6% nel 2012 a 8,2% nel 2013), ma diminuiscono quelle che hanno acquistato on-line (41,7% nel 2012 e 39,6% nel 2013).

Soltanto l’8,2% delle imprese dichiara di fatturare esclusivamente in forma cartacea ad altre imprese o alla P.A., ma è ancora bassa la percentuale delle imprese che utilizzano la fatturazione elettronica in un formato adatto all’elaborazione automatica (5,4%), mentre è molto diffusa la fatturazione digitale non adatta all’elaborazione automatica (56,7%).

Prosegue a ritmi elevati la crescita, registrata già negli anni precedenti, nell’adozione di software specifici per la raccolta e condivisione con altre aree aziendali di informazioni sulla clientela (CRM): dal 13,3% nel 2009 al 23,1% nel 2013 fino al 28,2% nel 2014. È nettamente aumentata anche la diffusione di software per la condivisione automatica di informazioni tra diverse aree funzionali dell’impresa (ERP), che passa dal 9,7% del 2009 al 27,2% del 2013 fino al 37,2% del 2014.

La minore dimensione di impresa spiega il mancato investimento in molti degli strumenti tecnologici analizzati, come nel caso dell’adozione di software di condivisione di informazioni tra funzioni diverse (ERP), di soluzioni RFID, dell’impiego di personale specializzato in sistemi ICT.

Se la tecnologia è più neutrale e flessibile rispetto al livello di complessità organizzativa, le imprese sembrano maggiormente orientate verso l’adozione di strumenti ICT finalizzati a risparmi di costo e miglioramenti di efficienza, come nel caso del cloud computing, che coinvolge il 40,1% delle imprese.

Le piccole imprese, pur essendosi dotate per la maggior parte di siti web (67,4%), ancora non colgono le opportunità offerte da sistemi di vendita on-line; l’11,5% ha attivato sistemi di ordinazione sul proprio sito web e il 7,3% ha effettuato nel 2013 vendite on-line via web o altre reti.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.