IAB Italia riconferma i propri impegni e annuncia IAB Start

Oltre IAB Forum, previsto per fine novembre, annunciati due Seminar e l’appuntamento IAB Events a Roma. Torna anche il premio IAB Mixx. Il nuovo format sarà dedicato alle start-up

di Teresa Nappi
07 aprile 2014
Iab-Italia

A un mese dall’insediamento del nuovo Consiglio Direttivo e dall’elezione di Carlo Noseda a presidente di IAB Italia per il triennio 2014-2016, l’Associazione annuncia le priorità per la promozione e la crescita dell’internet advertising e lo sviluppo del digitale in Italia.

«E’ il momento di accelerare, di promuovere l’innovazione e di introdurre il digitale in tutti i settori. IAB rappresenta un punto di vista privilegiato, grazie alla ricchezza di conoscenza, creatività, esempi di successo che i nostri associati rappresentano. Vogliamo metter a fattore comune questo patrimonio, rendendolo sempre più semplice, utile e accessibile a tutti», ha dichiarato Noseda.

L’impegno istituzionale

Prioritario per il neo-eletto Consiglio Direttivo sarà, inoltre, proseguire nel lavoro di accreditamento e azione istituzionale, sia con il Parlamento e il Governo sia con le Autorità competenti, nel segno della continuità con il lavoro svolto negli ultimi anni.

L’obiettivo di IAB è quello di lavorare in sinergia con i referenti istituzionali affinché la normativa possa favorire lo sviluppo della industry attraverso una semplificazione degli iter burocratici e il settore possa concretamente diventare un volano per la competitività del Sistema Paese sia da un punto di vista economico sia occupazionale.

Carlo Noseda

«In ambito istituzionale, siamo concentrati su tre temi chiave – spiega ancora Noseda -: agenda digitale, digitalizzazione delle piccole e medie imprese italiane, tutela della privacy. Saremo presenti e propositivi nei confronti del Legislatore, raccogliendo le indicazioni dei nostri soci, per lavorare secondo un’agenda comune».

In campo quindi una serie di iniziative, tra cui la creazione di un tavolo di lavoro interno per lo studio e la condivisione di dati, trend e casi e per la definizione degli standard di mercato. Il tavolo lavorerà con terze parti e Università, per identificare sinergie e valorizzare le conoscenze diffuse per ciò che concerne l’analisi di aspetti chiave del mercato.

Gli eventi

La strategicità degli eventi viene confermata e rafforzata attraverso la definizione di un più ampio sistema e ventaglio di occasioni. Il 2014, infatti, vedrà l’Associazione impegnata in attività di formazione, nei consueti e attesi appuntamenti chiave e nell’ideazione di nuovi momenti firmati IAB, dedicati all’approfondimento del contributo del digitale per la crescita dei diversi mercati.

Il primo appuntamento sarà a Roma alla metà di maggio con IAB Events, dal titolo “Lo strumento dell’autoregolamentazione per una rete legale e sicura”: un pomeriggio di lavori dedicato ai codici utili a contrastare la pirateria e la pedofilia online ai quali IAB sta lavorando da oltre un anno con l’obiettivo di promuovere una collaborazione efficace tra il mondo dell’industria, Associazioni del terzo settore e Istituzioni.

Due invece gli appuntamenti 2014 con IAB Seminar, che rafforza il suo ruolo di occasione di formazione di alto livello e business-oriented per supportare il mercato in un momento di veloce e continua evoluzione: l’1 luglio sarà la volta del Mobile Advertising, il 16 ottobre del Video Advertising, entrambi confermati due driver di crescita per quest’anno.

L’attesa dodicesima edizione di IAB Forum è prevista, come già comunicato dall’Associazione, per il 25 e 26 novembre al MiCo – Fiera Milano Congressi, e sarà ancora una imprescindibile opportunità di networking, un momento di condivisione di idee e creatività dal contesto internazionale e un’occasione di confronto sullo stato dell’arte dell’industria.

Confermato inoltre IAB Mixx, il premio che IAB ha portato con successo dagli Usa che vedrà l’assegnazione, per il terzo anno, del riconoscimento delle eccellenze della comunicazione digitale nel nostro Paese.

Ma non solo conferme da IAB Italia. E’ infatti in arrivo IAB Start, una novità che si rivolge a tutte le aziende al loro primo anno di start-up. Il Consiglio Direttivo è al lavoro per studiare un format che sarà presto presentato.

I nuovi ingressi 2014

Nel primo trimestre 2014, hanno aderito a IAB Italia nuovi soci tra cui Discovery Channel, DoveConviene, Edimaker, Enel, MW Internet Media, Open Marketing, Outbrain, Performics, Plan-Net, Shaa, Sky Italia, Turbo e Unicredit

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.