Gsk: quattro centri media in gara per il budget globale

In palio la gestione di un investimento da 1,5 miliardi dollari, di cui tra i 25 e i 30 milioni di euro per il mercato italiano

di Lorenzo Mosciatti
04 ottobre 2018
glaxosmithkline.jpg

Sta entrando nel vivo la gara indetta la scorsa primavera da GlaxoSmithKline per definire chi si occuperà del budget media pubblicitario globale da 1,5 miliardi dollari.

Una revisione avviata dal colosso pharma lo scorso maggio e gestita dalla società ID Comms.

Alla gara stanno prendendo parte PHDMediaCom, attualmente incaricate rispettivamente per il mercato statunitense e per quallo europeo, e, secondo quanto riporta la stampa specilizzata americana, un team di Publicis Group cui farebbero parte Zenith e Digitas, e un network di Dentsu Aegis di cui non conosce però l’identità.

In Italia GSK Consumer Healthcare commercializza un ampia gamma di brand, tra cui Sensodyne, Aquafresh, Iodosan e Polident, mentre il budgte pubblicitario dovrebbe essere compreso tra i 25 e i 30 milioni di euro.

[Aggiornamento del 6 ottobre: la gara si è chiusa con la vittoria di Publicis Media. Qui l’articolo completo]

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.