Google: online il portale dedicato alle eccellenze del Made in Italy

Aiuterà le Pmi a promuoversi all’estero. Nell’iniziativa di Mountain View anche un percorso formativo online e 20 borse di studio per giovani “digitalizzatori”

di engage
21 gennaio 2014
La sede di Google

L’url è davvero semplice da ricordare – google.it/madeinitaly -, il layout è intuitivo e user friendly e il palinsesto di contenuti già piuttosto ricco.

E’ già online il portale dedicato al Made in Italy di Google, annunciato dal presidente Eric Schmidt lo scorso 9 ottobre e presentato oggi a Roma. Il sito costituisce il cuore del progetto Made in Italy: eccellenze in digitale, sviluppato da Mountain View per accompagnare le imprese nell’economia di internet e promuovere le eccellenze dell’Italia, in collaborazione con Ministero delle Politiche Agricole alimentari e Forestali, Unioncamere, fondazione Symbola  e Università ca’ Foscari.

Il sito

Il portale google.it/madeinitaly è stato realizzato dal Google Cultural Institute. Si tratta di un debutto al momento unico nel suo genere: è la prima volta che la società di Mountain View dedica una piattaforma alle punte di diamante di un Paese. Ben fatto e facile da navigare, il sito è in italiano e in inglese, dunque già pronto anche per una platea internazionale.

Nel 2013, le ricerche legate a prodotti del Made in Italy sono cresciute del 12% sul motore di ricerca: la moda è la categoria più cercata, turismo e agroalimentare le categorie che segnano la crescita più significativa. Tuttavia, il Made in Italy è ancora poco presente sul web: solo il 34% delle PMI ha un proprio sito internet e solo il 13% lo utilizza per fare e-commerce, secondo Eurisko.

Tuttavia, il modello produttivo italiano è in grado di rispondere ad esigenze di grande qualità e forte personalizzazione e questo lo renderebbe ideale per avere successo in internet. Grazie ad internet, infatti, si possono raggiungere clienti sparsi in tutto il mondo, con un grande potenziale per l’export: i prodotti di nicchia non sono più costretti in mercati di nicchia.

In questo senso, Attraverso un centinaio di mostre digitali, fatte di racconti, immagini, video e documenti storici, gli utenti di ogni parte del mondo potranno scoprire le eccellenze del sistema agroalimentare e dell’artigianato italiano, la loro storia e il loro legame con il territorio. Dai prodotti più famosi, quali Parmigiano Reggiano o Grana Padano, Prosciutto di San Daniele o di Parma, o ancora il vetro di Murano, fino a eccellenze meno note quali per esempio la fisarmonica di Vercelli, il merletto di Ascoli Piceno o la carota novella di Ispica.

E proprio la volontà facilitare questa accelerazione verso l’economia del futuro è alla base del progetto di Google, come ha sottolineato nel corso della presentazione Carlo D’Asaro Biondo, presidente Sud e Est Europa, Medio Oriente e Africa dell’azienda, affermando che “Made in Italy: eccellenze in digitale” è «un’iniziativa pensata e realizzata appositamente per l’Italia, che ci auguriamo possa contribuire ad aumentare la capacità delle imprese italiane di fare export e promuovere ulteriormente la cultura del Made in Italy nel mondo».

Accanto al portale, ecco il sito www.eccellenzeindigitale.it, realizzato da Google con la Fondazione Symbola e con il coordinamento scientifico del Professor Stefano Micelli dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, per offrire alle aziende un percorso formativo online per utilizzare il web come mezzo per sviluppare il proprio business. A collaborare a eccellenzeindigitale.it, in veste di media partner con La Repubblica, è anche il Gruppo Editoriale L’Espresso.

Infine, prosegue l’impegno di Google sul territorio con Unioncamere, con ulteriori 20 borse di studio per giovani “digitalizzatori” che per 6 mesi affiancheranno aziende piccole e medie in diverse regioni d’Italia per aiutarle a portare il Made in Italy online. I giovani selezionati, dopo un training formativo, inizieranno il loro percorso di educazione al digitale delle PMI italiane facendo base nelle diverse Camere di Commercio delle aree che partecipano all’iniziativa. Il bando completo e i territori coinvolti saranno resi noti nel corso del mese di febbraio.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.