Expo 2015: presentato il Padiglione dell’Ecuador. Comunicazione a cura di Leagas Delaney Italia

Per la prima volta il Paese Sud Americano avrà un padiglione self-built a una Esposizione Universale. Il concept della partecipazione sarà Discover ouR-Evolution

di Caterina Varpi
21 aprile 2015
expo-2015-ecuador

Un padiglione alto tre piani che in 800 mq racconterà l’Ecuador al mondo. Una facciata ricca di colori, metafora della filosofia del Buen Vivir o Sumak Kawsay in lingua Quechua, il piano terra dedicato all’accoglienza dei visitatori con uno spazio di ristorazione e un negozio dove trovare i migliori prodotti manifatturieri ecuadoriani, al primo piano una museografia immersiva farà da finestra sul Paese e permetterà ai visitatori di scoprire paesaggi e prodotti unici, infine, nel piano più alto saranno presenti gli uffici commerciali e gli spazi riservati ai business meeting.

E’ stato svelato oggi, alla presenza dell’ambasciatore dell’Ecuador in Italia, Juan Holguín Flores, all’Hotel Four Seasons di Milano il Padiglione self-built dell’Ecuador a EXPO 2015. Presenti all’evento anche il Commissario Generale del Padiglione e direttore generale degli uffici commerciali Pro Ecuador in Italia, Fernando Moreno e Ana Alban, advisor di Ecuador per la partecipazione a EXPO.

Il progetto di partecipazione dell’Ecuador all’Expo è stato realizzato da un consorzio di imprese internazionali: Leagas Delaney Italia per la parte di comunicazione, eventi e ufficio stampa, Zorrozua y Asociados per il progetto architettonico del Padiglione, Eurostands per la realizzazione e gli allestimenti e Uvet per il recruitment e la gestione dello staff, in coordinamento con la Delegazione Governativa Ecuador per EXPO 2015 basata a Quito.

« Per l’Esposizione Universale di Milano, per la prima volta, il Paese ha deciso di essere protagonista con un proprio padiglione in linea con il tema ufficiale Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita – dichiara Juan Holguín Flores – il tema espositivo è Discover ouR-Evolution e si sviluppa lungo quattro assi portanti: un paese megadiverso e multiculturale; un paese ricco di storia e, al contempo, proiettato al futuro; una posizione geografica privilegiata che pone il Paese al centro del mondo e come emblema dell’evoluzione naturale. Tutti elementi che rendono l’Ecuador un Paese altamente competitivo nell’esportazione di materie prime di qualità prima e poi anche di prodotti finiti. L’Ecuador è situato in una posizione geografica privilegiata – all’incrocio della linea equatoriale e la Cordigliera delle Ande, che lo rende il Paese con la più alta concentrazione di biodiversità per km2. Un paese che crede e investe sempre più nel fattore umano e che, negli ultimi anni, attira un numero crescente di esperti nazionali e stranieri, soprattutto, nel settore della bio-conoscenza. In Ecuador convivono quattro mondi diversi a poca distanza l’uno dall’altro, con patrimoni naturali e dell’umanità riconosciuti dall’Unesco. Ad esempio, la sua capitale, Quito, insieme a Cracovia, nel 1978 fu la prima città ad essere nominata patrimonio dell’umanità. La politica che guida il Paese negli ultimi anni mira al conseguimento del Buen Vivir basato sui concetti di equità sociale e sostenibilità e sui sorprendenti risultati delle politiche sociali e educative implementate in questi ultimi otto anni. Per questo possiamo affermare che l’Ecuador è un Paese delle Opportunità».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial