E.ON, 10 milioni di euro per la comunicazione nel 2019. Il digital sempre più centrale

In occasione della Giornata Contro gli Sprechi organizzata dall’azienda a Milano, Davide Villa, Chief Marketing Officer, spiega le prossime mosse in comunicazione del brand. Confermate le agenzie partner

di Teresa Nappi
13 dicembre 2018
E_ON-Davide-Villa
Davide Villa

Sostenibilità ed educazione al risparmio energetico: sono questi i concetti che meglio definiscono l’impegno di E.ON, gruppo internazionale nell’ambito delle energie rinnovabili, delle reti e delle soluzioni energetiche, attivo in Italia dal 2000.

Ad oggi fornisce a 800.000 clienti energia elettrica e gas secondo formule attente alle nuove modalità di consumo, convenienti ed ecosostenibili, insieme a soluzioni all’avanguardia per il risparmio e l’efficienza energetica, ideate a partire dall’ascolto delle reali esigenze delle persone.

Presente sul territorio nazionale con una rete di oltre 40 punti E.ON, il Gruppo è impegnato da circa tre anni in una campagna di sensibilizzazione partita nel 2016 con il lancio di un “evento” virale che ha visto l’allestimento a Milano di un vero e proprio palazzo del ghiaccio (ne abbiamo parlato qui).

La campagna risponde al motto #odiamoglisprechi che nel 2017 si è tradotto in una giornata che ha offerto ai visitatori un percorso immersivo all’Unicredit Pavillion (leggi qui l’articolo dedicato).

La Giornata contro gli sprechi di E.ON nel 2018

Per il 2018 l’evento si sposta nella prestigiosa cornice de La Triennale di Milano per un evento più “dialogato”, più raccontato, basato sulla narrazione. Un viaggio nel mondo delle parole fatto di esperienze sensoriali e percorsi immersivi, appuntamenti didattici dedicati alle scuole e talk show con personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura.

Una “galleria delle parole sprecate” da percorrere per vivere in prima persona la sopraffazione dello spreco condurrà allo spazio fisico in cui il visitatore potrà sostare e ascoltare gli interventi di Geppi Cucciari, Antonello PirosoAndrée Ruth Shammah, moderati dalla giornalista Elisabetta Soglio con la partecipazione di Germano Lanzoni de “Il Milanese Imbruttito”. La giornata si concluderà con lo spettacolo di Enrico Bertolino.

«Una giornata particolare quella di oggi in cui il concetto di sostenibilità sarà al centro dei dialoghi che si porteranno in scena quest’anno, così come l’importanza di educare al risparmio energetico, sia i privati sia le aziende», ha spiegato a Engage Davide Villa, Chief Marketing Officer di E.ON.

Queste iniziative sono la prova dell’impegno dell’azienda e della sua brand proposition, in nome della quale E.ON oggi si fa portavoce di innovazione, attenzione all’ambiente e convenienza: «Vogliamo essere visti dai nostri clienti e dai prospect non come attore esclusivamente commerciale, ma come vero e proprio partner energetico nell’ottica di una reciproca convenienza», afferma ancora Villa.

I prossimi ambiti di impegno di E.ON

Oltre a continuare ad offrire soluzioni convenienti e sostenibili per energia elettrica e gas, il Gruppo si sta impegnando anche in Italia nella diffusione ed educazione al fotovoltaico e alla mobilità elettrica.

«Rispetto al fotovoltaico, abbiamo lanciato nella primavera del 2018 l’offerta E.ON SoleSmart, la soluzione completa per avere un impianto a misura dei consumi dei consumatori. Un’offerta che in comunicazione si è tradotta in un progetto innovativo che sviluppato con Il Milanese Imbruttito. E.ON è sempre alla ricerca di nuovi modi di comunicare la propria proposta, avvicinandosi ai gusti degli utenti», ci spiega ancora Villa.

«Sul fronte della mobilità elettrica invece siamo partiti con un progetto di welfare aziendale, che mette a disposizione dei nostri dipendenti – poco meno di 400 persone – automobili e bici elettriche messe a diposizione di tutti con una logica di sharing. Questo ci ha permesso in un anno di far compiere 150.000 Km senza emissioni con mezzi brandizzati E.ON. In questo modo, offriamo un servizio ai nostri dipendenti che automaticamente diventano brand ambassador di E.ON».

Partendo dai propri dipendenti, E.ON intende educare tutti alla mobilità elettrica. Ha lanciato già un’offerta Drive Smart per le aziende, ma intende estendere il servizio al segmento residenziale nel corso del prossimo anno, ci spiega ancora Villa, specificando: «Siamo un Gruppo del Nord Europa, dove la mobilità elettrica è già una realtà. Ora intendiamo essere tra i primi promotori di questa offerta nel mercato italiano, sostenendo anche iniziative volte a incentivare il “Turismo Elettrico” dal Nord Europa verso l’Italia, costruendo quella che chiamiamo la “Ultra Fast Charge Road” persata per fornire dei punti di ricarica a quanti vogliano intraprendere un viaggio elettrico verso l’Italia, coinvolgendo anche gli operatori dell’Ho.Re.Ca. in modo che quanti viaggiano possano studiare le proprie prenotazione e i propri pernottamenti in strutture attrezzate alla ricarica delle proprie vetture a zero emissioni».

La strategia di comunicazione di E.ON

«La nostra strategia è multicanale sia in ottica di pianificazione media, sia in ottica di comunicazione attraverso i nostri canali», spiega Villa a proposito della strategia di comunicazione del Gruppo.

«Al centro ci sono eventi, comunicazione sul territorio e pianificazioni di portata nazionale, rispetto alle quali il digital ha un ruolo sempre più rilevante. La ricerca di idee nuove e di innovative modalità di comunicare i nostri servizi e le nostre proposte sono sempre al centro della nostra comunicazione».

Per il prossimo futuro, non sono previste iniziative pubblicitarie in tv, ma sul fronte digital l’obiettivo di E.ON è presidiare con costanza il mezzo, sfruttando tutte le opportunità che offre: «La nostra community digital è particolarmente numerosa e a loro ci rivolgiamo con iniziative sempre nuove».

Il budget 2019 destinato a marketing e comunicazione sarà in totale di «10 milioni di euro, in leggera crescita rispetto a quanto E.ON ha investito nel 2018», dice ancora Villa.

I partner di comunicazione M&C Saatchi e Starcom – rispettivamente per creatività e pianificazione media – «sono confermati anche per il prossimo anno, ma non escludiamo altre possibili collaborazioni per attività dedicate a progetti specifici», dice ancora il manager che in chiusura specifica: «Nel 2018 abbiamo registrato una crescita dell’8% dei clienti anno su anno e intendiamo – anche con la comunicazione – mantenere questo trend di crescita per arrivare nel 2020 a 1 milione di clienti attivi».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.