Carrefour punta su Publicis:Sapient per l’ecommerce

L’agenzia di Publicis Groupe metterà a servizio del retailer francese guidato dal Ceo Alexandre-Bompard le sue soluzioni digitali e tecnologiche

di Andrea Salvadori
23 gennaio 2018
Alexandre-Bompard
Alexandre Bompard

E’ Publicis.Sapient l’agenzia scelta da Carrefour per accompagnare il retailer nel suo percorso di crescita nel mondo dell’ecommerce. La realtà di Publicis Groupe metterà dunque a servizio del gruppo francese le sue soluzioni digitali e tecnologiche.

L’annuncio è stato dato da Alexandre Bompard, chairman e chief executive di Carrefour Group in occasione della presentazione del nuovo piano di sviluppo della società, Carrefour 2022.

Carrefour punta a raggiungere entro il 2022 vendite online del valore di 5 miliardi di euro. E, per tagliare questo ambizioso traguardo, ha messo a budget investimenti pari a 2,8 miliardi di euro in un piano di digital transformation che prevede, tra le varie iniziative, la creazione di un’unica a piattaforma di e-commerce sul mercato francese. Operazione, ha aggiunto Bombard, che sarà poi replicata in tutti i paesi dove l’operatore transalpino è presente, Italia compresa dunque.

A inizio anno Carrefour ha comunicato al mercato anche il suo ingresso nel capitale di Showroomprivé, il gigante europeo nel settore delle vendite private online, con una quota del 17%, a riprova della forte attenzione della società nei confronti dei canali digitali.

Tagli, bio e negozi di prossimità

Carrefour prevede anche un drastico piano di tagli, in particolare in Francia, dove dovrebbero rimanere a casa 2400 dipendenti tra i 10.500 complessivi dell’headquarter di Parigi attraverso esodi volontari. L’obiettivo è ridurre i costi di 2 miliardi di euro a regime entro il 2020, anche grazie a risparmi sulla logistica e sui costi di struttura.

In Spagna è invece programmata la chiusura di 273 punti vendita comprati dal discount spagnolo Dia nel 2014, nel caso il gruppo non riuscisse a trovare un acquirente. Nei prossimi tre anni saranno ceduti asset non strategici per il valore complessivo di circa 500 milioni di euro. L’azienda si attende quindi 5 miliardi di ricavi dalle linee bio, un risultato che potrà contare anche sull’apertura di circa 2000 negozi di prossimità.

In ultimo, il gruppo francese ha annunciato l’ingresso nel capitale della sua controllata Carrefour China del colosso tech cinese Tencent e della catena della grande distribuzione Yonghui. 

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.